Il giornale di oggi

abbonati

sfoglia

Mercoledì 07 Dicembre 2016

Meteo Frosinone









0

Tre associazioni di volontariato
ripuliscono un vecchio tratturo

Veroli

Il senso dell’amicizia profonda non conosce limiti.

Tre amici, Enzo, Raffaele e Mario, delle associazioni di volontariato Confraternita S. Jacopo de Compostella di Perugia, A.I.G.A.E. di Ferentino e PeregrINando 113 di Strangolagalli, sfidando il caldo opprimente di domenica scorsa, al cantar del gallo, armati di decespugliatore, motosega e ronca hanno ripulito oltre ducento metri del vecchio tratturo pedemontano di via Brecceto a S. Giuseppe Le Prata. Un impegnativo lavoro di pulizia da rovi e tronchi d’albero cresciuti su questo sentiero abbandonato da anni, che sale sin sopra l’antica chiesa di S. Valentino vicino Porta S. Croce, uno degli accessi di Veroli. «Far tornare a vivere questo tratturo, utile per i pellegrini in cammino nella tappa ciociara sulla via Francigena Anagni-Veroli, seguendo il pesciolino rosso (le chiavi di S. Pietro in direzione di Roma), ma funzionale anche per gli amanti della natura e del trekking, è stata una scommessa vinta, grazie soprattutto ai tanti amici che mi hanno supportato, senza se e senza ma, in questa singolare idea - esordisce Enzo Cinelli, custode ciociaro 113vF.S. – Ottenuta l’autorizzazione dal Comune di Veroli, in due domeniche assieme ai volontari del circolo intercomunale “Lamasena”, l’Airone di Veroli, la AIGAE di Ferentino e la A.N.Carabinieri di Monte San Giovanni Campano abbiamo ripulito in maniera ottimale oltre seicento metri di questo significativo sentiero, potendo ammirare la maestria dei vecchi muratori che hanno realizzato dei muri a secco davvero imponenti e non da meno i gradoni per agevolare il cammino sui dislivelli nei tre tornanti presenti. La settimana prossima torneremo assieme ad altri volontari sul percorso per completare la pulizia e la messa in sicurezza degli ultimi 150 metri del sentiero»

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400