Il giornale di oggi

abbonati

sfoglia

Venerdì 09 Dicembre 2016

Meteo Frosinone









S'impicca a una trave in camera da letto: la madre taglia la fune per cercare di salvarlo
0

S'impicca a una trave in camera da letto: la madre taglia la fune per cercare di salvarlo

Veroli

Tragedia in pieno centro storico a Veroli, giovane trovato in casa impiccato. È toccato alla madre e alla sorella fare la terribile scoperta. Un dramma che non trova spiegazioni e che lascia un’intera comunità nel dolore. L’uomo, G.R. di 40 anni, si è tolto la vita nella sua abitazione in via Castello, a due passi da Santa Salome. Inutili i soccorsi, all’arrivo del 118 per il giovane non c’era più nulla da fare. Sul caso indagano i carabinieri della locale stazione.

Ha deciso di chiudere la partita con la vita impiccandosi nella stessa casa in cui era nato e cresciuto. G.R., che lavorava come assistente di scuolabus, viveva con la madre e la sorella in un appartamento di via Castello, in pieno centro storico. Una famiglia stimata la loro e molto conosciuta in città. Stamattina, intorno alle 12, la tragica scoperta. Ancora da chiarire le cause del gesto. L’uomo ha atteso di rimanere solo prima di mettere in azione il piano. Con una corda appesa ad una trave della camera da letto avrebbe quindi deciso di farla finita. Così poco prima di mezzogiorno, ha infilato la testa al cappio e si è lasciato cadere nel vuoto. A trovarlo sono state poi proprio la mamma e la sorella che, rientrate a casa, si sono trovate davanti la terribile scena.

Subito è stato dato l’allarme alle forze dell’ordine. Proprio i familiari nel tentativo di salvare la vita al loro congiunto avrebbero tagliato la corda che stringeva il collo del 40enne. 

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400