Il giornale di oggi

abbonati

sfoglia

Sabato 10 Dicembre 2016

Meteo Frosinone









Furto nel residence Baia Verde, 3 topi d'appartamento in manette
0

Pronti per l'assalto a un altro bancomat. In fuga i banditi sorpresi a rubare

Veroli

Tentano un furto in una carrozzeria ma vengono messi in fuga dal titolare chiamato per un soccorso stradale. Il singolare episodio si è verificato l’altra notte a Casamari. I malviventi avevano già tirato fuori le auto dall’officina pronti a ripartire quando sono stati sorpresi dal proprietario. Sul posto 4 pattuglie di carabinieri.

Un carroattrezzi, una Yaris e un furgone per il trasporto merci: i malviventi molto probabilmente stavano organizzando un colpo in Banca, ma qualcosa è andato storto. La carrozzeria dove i ladri hanno tentato di mettere a segno il furto di auto e attrezzature si trova lungo la via Mària. Il proprietario che abita ad un chilometro dall’officina, sabato sera era andato a cena fuori, ma verso l’una era stato chiamato per un soccorso stradale a Torrice. A quel punto, aveva deciso di tornare a casa per prendere le chiavi della carrozzeria e indossare gli abiti da lavoro.

Una volta pronto, con la sua auto si era diretto in officina ma arrivato davanti al cancello si era accorto che il telecomando non funzionava. Dovendo uscire e non avendo altro tempo da perdere, aveva cercato quindi di aprirlo a mano salvo poi accorgersi che il motore era stato, in realtà, manomesso. Ma c’era di più. Il piazzale davanti all’officina era completamente al buio, i fari erano stati spenti e dalla strada si sentiva distintamente il rumore di alcune auto in moto. Spaventato, si era quindi rimesso in macchina e senza troppo pensare aveva composto il 112.

Quando le forze dell’ordine sono scese nel piazzale hanno trovato il carroattrezzi, un Yaris e un Ducato merci in moto e già pronti ad uscire. Sul carroattrezzi i malviventi avevano caricato i ferri della carrozzeria, dei frullini e allungato una corda di 25 metri a cui avevano fatto un gancio. Il furgone che avevano una ruota bucata era stato invece sistemato.

I militari hanno iniziato subito a perlustrare l’area intorno all’officina ma i banditi si erano già dileguati facendo perdere le loro tracce. Non un semplice furto di auto quello che i malviventi volevano mettere a segno. Con molta probabilità, infatti, stavano organizzando un colpaccio ai danni di qualche istituto di credito, evitato solo per un soffio. Meno di un mese fa un furgone e un’auto rubata erano serviti per l’assalto al Postamat di Castelmassimo.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400