Il giornale di oggi

abbonati

sfoglia

Lunedì 05 Dicembre 2016

Meteo Frosinone









Il cane Pippo ucciso con una polpetta avvelenata: caccia ai responsabili
0

Il cane Pippo ucciso con una polpetta avvelenata: caccia ai responsabili

Veroli

Cane ucciso da una polpetta avvelenata. Pippo, questo il nome del povero animale, non ce l’ha fatta ed è morto tra le lacrime del suo padrone, un bimbo di 12 anni. E’ stata già sporta denuncia contro ignoti. È accaduto in contrada Colle del bagno, nel giardino di una casa che si affaccia sulla strada principale. Il giovane proprietario è inconsolabile da quando ha perso il suo amico a 4 zampe.

Pippo, un cagnolino docile di 4 anni, è morto in cortile dove era solito giocare libero. Che sia stato ucciso volontariamente è ormai una certezza e sempre con l’odiosa tecnica del boccone avvelenato. È stata infatti la madre del proprietario a ritrovare tra l’erba del giardino una polpetta di carne macinata che forse contiene tracce di un potente topicida. Il boccone potrebbe essere stato lanciato proprio dalla strada, ma da chi? E soprattutto per quale motivo? E’ quello che non riescono a capire i proprietari visto che il loro Pippo non era solito uscire o allontanarsi da casa.

Si è forse trattato del gioco crudele di qualche sconsiderato, o peggio, del gesto di chi era infastidito dall’abbaiare dell’animale? È ancora tutto da chiarire. Il corpo di Pippo è stato portato dal veterinario per il certificato di morte da allegare alla denuncia che i proprietari hanno subito presentato in caserma. Un cane innocuo e abituato alla presenza dell’uomo, che non avrebbe mai fatto del male a nessuno è stato ucciso per chissà quale ragione.

È il primo caso a Colle del Bagno, dove sono tanti i padroni di animali domestici tenuti magari in giardino proprio come Pippo. Un episodio che riporta alla luce quanto recentemente accaduto a Isola del Liri, dove almeno un paio di cani, tra i quali quello di una bambina disabile, sono stati avvelenati da ignoti. Intanto anche il giovane padrone di Pippo non riesce a darsi pace e a perdonare chi è stato capace di un gesto tanto folle.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400