Dopo tanti sforzi il risultato c’è stato. La notte bianca dello sport ha vinto a pieni voti l’appuntamento tanto atteso con la sesta edizione grazie all’impegno dell’Assessore Gemmiti. Divertimento per grandi e piccini e un fiume di gente che ha assediato il centro: “Un vero tripudio festoso - lo definisce una giovane atleta - Ho potuto provare tante discipline che si snodavano lungo Corso Volsci e Lungoliri. Veramente una bella manifestazione. Già siamo in attesa dell’appuntamento 2017”.

“Abbiamo vissuto una straordinaria sesta edizione della notte bianca – ha commentato raggiante il sindaco Roberto De Donatis - e siamo orgogliosi di ospitare questa manifestazione. Inoltre c’è l’impegno per i terremotati di Amatrice verso i quali Sora si sta dimostrando solidale. Abbiamo già avuto modo di vedere l’area sulla quale verrà collocato il modulo prefabbricato dotato di tutti i confort, praticamente “chiavi in mano”, per una famiglia di Amatrice che potrà tornare a credere nel futuro”.

Molte le associazioni e società sportive e non che hanno animato la città volsca fino a tarda notte, coinvolgendo centinaia di appassionati e migliaia di curiosi provenienti da tutta la provincia: “Pensavo di arrivare in incognito in città, invece mi hanno riconosciuto tutti - ha spiegato l’ex campione della Lazio Felice Pulici, ospite della manifestazione - Sono entusiasta e mi ripropongo per il prossimo anno. Porto i saluti del presidente del Coni Riccardo Viola. Complimenti all’organizzazione di questa fantastica serata all’insegna dello sport e della solidarietà”.

Durante la cerimonia d’apertura della manifestazione, presentata da Matteo La Posta e avvenuta sul palco allestito di fronte Piazza Santa Restituta, sono state premiate dagli amministratori comunali le eccellenze sportive del territorio: Gior- gio Lucarelli, Maria Lucarelli, Guido Polsinelli, Matteo Castagna, Luigi Bruni, Sandro Polsinelli, Biosi Indexa Sora con Gino Giannetti, Enrico Vicini, Adi Lami.

Soddisfatti dello straordinario successo dell’evento anche i titolari dei locali che hanno lavorato fino a tardi, anche se qualche lamentela è giunta proprio dai commercianti per la chiusura di Corso Volsci dalla mattina: “Siamo stati penalizzati perché lungo il corso ci sono le nostre vetrine - spiega uno di loro - Per il prossimo anno proponiamo di spostare l’evento alla domenica”.