Il giornale di oggi

abbonati

sfoglia

Domenica 04 Dicembre 2016

Meteo Frosinone









È tutto pronto per il festival "Tarantelliri": sabato i Kalàscima e domenica Sparagna

Ambrogio Sparagna e Luca Barbarossa saranno ospiti d’eccezione al Tarantelliri 2016

0

È tutto pronto per il festival "Tarantelliri": sabato i Kalàscima e domenica Sparagna

Castelliri

Pronta l’ottava edizione dell’evento più atteso della stagione estiva del Comune di Castelliri. Sale la febbre per Tarantelliri, manifestazione di successo di pubblico e di critica che ogni anno regista un gran numero di presenze, capace di abbracciare l’intera provincia di Frosinone.

Per sabato 3 settembre è prevista sul palco sia la famosa band salentina dei Kalàscima, storico gruppo del festival “La Notte della Taranta” che l’Orchestra Popolare Italiana diretta dal maestro Ambrogio Sparagna con la straordinaria partecipazione di Luca Barbarossa fissata per domenica 4 settembre.

È questo il ricchissimo programma dell’edizione 2016 di Tarantelliri, il festival di musica popolare che ormai da diversi anni richiama migliaia e migliaia di appassionati provenienti da tutta Italia e che quest’anno si svolgerà sabato 3 e domenica 4 settembre a Castelliri, con ingresso gratuito, sempre nella centralissima Piazza Marconi.

Nato come un interessante incontro musicale, sonoro e di culture, il festival, dopo aver ospitato nelle precedenti edizioni artisti del calibro di Francesco De Gregori, Teresa De Sio, Cristiano De Andrè, Peppe Servillo, Paola Turci, Nada, tanto per citare i nomi più conosciuti, non si smentisce nemmeno quest’anno accostando la musica popolare del sud Italia, in particolare del Salento, con il sound dell’Orchestra Popolare Italiana e dell’immancabile organetto di Ambrogio Sparagna.

Quest’ultimo proporrà, insieme al famoso cantautore e conduttore radiofonico Luca Barbarossa, uno spettacolo dal titolo “Canzoni a raccolta – Festa spettacolo di balli popolari e serenate” tutto dedicato al ricco repertorio di serenate e balli della tradizione popolare italiana: gighe, saltarelli, ballarelle, pizziche, tammurriate, tarantelle, con un’attenzione particolare dedicata a Roma e alle tante voci che hanno fatto la storia musicale della città eterna.

Tarantelliri però non sarà solo musica: infatti per tutta la durata della manifestazione, verrà promossa, dal Comune di Castelliri e dagli organizzatori, una raccolta fondi a favore delle popolazioni colpite dal recente terremoto.

Il sindaco Francesco Quadrini, l’Associazione alla Cultura Lorenza Iafrate, il Presidente dell’Associazione Tarantelliri Onlus Simone Ruzza e quello della Proloco Emilio Di Folco invitano tutti gli appassionati a Castelliri, per quella che sarà di sicuro un’altra grande edizione di Tarantelliri.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400