Il giornale di oggi

abbonati

sfoglia

Domenica 04 Dicembre 2016

Meteo Frosinone









Fasti verolani, un centro di emozioni tra cielo e terra

La compagnia di danza verticale Cafelulé (Foto: CLU)

0

Fasti verolani, un centro di emozioni tra cielo e terra

Tempo libero

“Veroli ha bisogno di farsi conoscere al mondo anche così”. Una frase postata sulla pagina Facebook del Comune insieme a parole di soddisfazione per le prime serate dei Fasti verolani. Ed è proprio così. La città di Veroli, attraverso uno degli eventi, davvero, più attesi e spettacolari, non solo della provincia, ma dell’intera Regione, riesce a far parlare di sé. Perché quello che accade nei giorni in cui va di scena il festival del teatro di strada, è davvero spettacolare. Un mix di sensazioni, di emozioni, di fascino, divertimento, che fanno sì che quando si parla di Veroli, il pensiero vada anche ai Fasti.

Da ogni dove della provincia e non solo, si parla degli artisti che “invadono” in estate tutti gli angoli del centro storico che diventa per loro un palcoscenico naturale. Basta notare anche le pagine dei social network. Facebook ad esempio è invaso di foto, video (anche in diretta) delle prime serate dei Fasti. Commenti positivi che non fanno altro che confermare quanto sia vincente la formula dell’amministrazione comunale che grazie all’aiuto di sponsor, alla sinergia di enti pubblici e privati, sotto la direzione artistica di Terzostudio, leader nazionale nell’organizzazione di spettacoli dal vivo nel teatro di strada e di figura, è riuscita a proporre anche per questa edizione, numero diciassette, spettacoli di artisti di fama internazionale di grande spessore.

A parlare sono anche i numeri. Migliaia di spettatori ogni sera. «Tanto il lavoro svolto in questi mesi dall’amministrazione, dai funzionari, dagli operai, dalla direzione artistica, dai volontari, dalle forze dell’ordine - si legge sulla pagina Facebook del Comune - Un grande impegno svolto con passione ed entusiasmo, ripagato da una settimana straordinaria per Veroli, per tutti i cittadini e per tutte le attività economiche. Il nostro Paese ha bisogno di questo Festival perché attraverso di esso si valorizza il nostro centro storico, le nostre bellezze, la nostra storia».

Stasera e domani gli ultimi giorni per scoprire il percorso artistico che si snoda tra terra e cielo. Si guarda in alto, tra i campanili e la poesia del cielo stellato, per ammirare artisti e acrobati che danzano sulle onde del vento. Trenta compagnie, di cui sette internazionali, per sessanta esibizioni ogni sera. Novità assoluta 2016, una formula che si è dimostrata vincente già dall’apertura del festival, lo spettacolo della compagnia italiana di danza verticale, Cafelulé. Sul palazzo del seminario vescovile di fronte alla basilica di Santa Salome, gli artisti di Cafelulé, con suggestive coreografie ribaltano lo spazio urbano e danzano sulle pareti verticali come fossero sul parquet.

Ma le attrazioni, gli spettacoli, le esibizioni, le rappresentazioni, sono tante e infinite in ogni angolo del centro. Tanti appuntamenti magici, dunque, per l’edizione numero diciassette che già dalle prime sere non ha deluso le aspettative. Inalterati i prezzi dei biglietti rispetto all’edizione 2016: giornaliero 3 euro ed abbonamento alle cinque serate 10 euro. Gratuità per ragazzi fino ai 14 anni e residenti nelle aree interessate dagli spettacoli. Non resta che raggiungere il centro storico di Veroli.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400