Il giornale di oggi

abbonati

sfoglia

Giovedì 08 Dicembre 2016

Meteo Frosinone









Il Frosinone rimedia un altro poker. Al Matusa termina 4-2 per il Milan
0

Il Frosinone rimedia un altro poker. Al Matusa termina 4-2 per il Milan

Serie A

Il Frosinone perde ancora e resta al terzultimo posto: al Matusa termina 4-2 per il Milan. Ottimo primo tempo dei giallazzurri, chiuso in vantaggio per 1-0 grazie al gol di Ciofani, ma la prima mezzora della ripresa si rivela fatale: i rossoneri ribaltano infatti il match con le reti di Abate, Bacca ed Alex; a nulla serve il gol di Dionisi perché in pieno recupero Bonaventura sigla la quarta rete. I ragazzi guidati da Stellone rimediano dunque il secondo poker consecutivo dopo quello di Palermo e restano a quota 14, a -2 dal Genoa quartultimo in classifca.

Avvio di gara spumeggiante, con le due squadre che si fronteggiano a viso aperto e, complici le non impeccabili fasi difensive, le occasioni non mancano. Leali si supera compiendo un doppio intervento miracoloso sulle conclusioni da distanza ravvicinata di Niang e Bacca. Il Frosinone però non sta a guardare e in ripartenza fa soffrire i rossoneri. Proprio su un contropiede i ragazzi di Stellone trovano il vantaggio: al 20’ Sammarco approfitta del pessimo posizionamento della difesa milanista e serve in verticale Ciofani; controllo e piattone che non lascia scampo a Donnarumma, scatenando la bolgia del Matusa. La squadra di Mihajlovic a questo punto si riversa in avanti alla ricerca del pari, ma spesso sbaglia l’ultimo passaggio e non riesce a concretizzare. Dionisi e Ciofani si battono con l’intera retroguardia meneghina, mentre Gori marca stretto Bertolacci, fonte del gioco rossonero; i difensori canarini hanno qualche incertezza, ma sono aiutati dal ripiegamento degli altri compagni. Si va dunque al riposo sull’1-0 in favore del Frosinone.

La ripresa, però, inizia nel peggiore dei modi, perché il Milan preme sull’acceleratore e al 50’ trova il pari: con Abate, bravo a raccogliere una respinta della difesa giallazzurra e a spedire la palla in rete con un diagonale rasoterra di destro. Passano solo 5’ e i rossoneri ribaltano il match: per Bacca è infatti un gioco da ragazzi insaccare a porta sguarnita dopo l’assist di Bonaventura che aveva scavalcato Leali. Stellone inserisce Paganini al posto di Tonev, ma al 76’ arriva la doccia fredda: corner dalla destra di Niang, Alex lasciato completamente libero al centro dell’area sigla l’1-3. Sembra finita, ma all’83’ sugli sviluppi di una punizione di Pavlovic Dionisi, anche lui di testa, accorcia le distanze e riapre il match. In pieno recupero, però arriva il poker firmato da Bonaventura.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400