Oggi i canarini sono attesi dal terzo impegno stagionale: alle 17,30 sul campo “Tenente Maurizio Simoni” di San Donato affronteranno la Virtus Francavilla, neo promossa in Lega Pro dopo una brillante galoppata nel girone H della serie D, vinto alla grande.

La formazione di mister Antonio Calabro arriva nella Valle rafforzata in molti reparti e contro i più quotati avversari cercherà di far valere le proprie qualità, accresciute da quella dose di entusiasmo che hanno tutte le squadre che si affacciano nella serie superiore.

Per il Frosinone sarà, dunque, un test interessante ed impegnativo anche perchè c’è una certa attesa per vedere se mister Pasquale Marino schiererà in campo i canarini con il 4-2-3-1 come nella partita giocata e vinta con il Messina, o con il 4-3-3 del debutto stagionale contro la Rappresentativa della Sandonatese. Ovviamente il tecnico sta valutando ancora molto attentamente le qualità tecniche ed agonistiche dei singoli per poi decidere come dovrà far giocare la squadra. Ma al di là dell’atteggiamento tattico, il lavoro del tecnico punta soprattutto a porre la squadra nella condizione di cambiare pelle nel corso dell’incontro per trovare sempre nuove e più valide soluzioni di gioco. Sia nella fase difensiva, che dovrà sempre restare alta per permettere di essere sempre corti e compatti, sia in quella offensiva dove in particolar modo gli esterni dovranno giocare tra le linee e lasciare spazi per gli inserimenti dei difensori di fascia con il proposito di allargare le difese avversarie. Nella fase di possesso, infine, il tecnico non si stanca di raccomandare a tutti di velocizzare il giro palla per trovare il momento buono per verticalizzare la manovra e mettere gli attaccanti nella condizione migliore per poter concludere in porta.

Contro la Virtus Francavilla, dunque, l’occasione è buona per migliorare movimenti e schemi ed imprimere al gioco un ritmo superiore anche perchè, con il passare dei giorni, la condizione di canarini sta crescendo per giungere a quella fissata dal tecnico per l’inizio del campionato che dovrà essere del 60/70 per cento.