Il giornale di oggi

abbonati

sfoglia

Sabato 03 Dicembre 2016

Meteo Frosinone









Carpi-Frosinone, Stellone: "Partita importantissima, bisognerà usare la testa"
0

Carpi-Frosinone, Stellone: "Partita importantissima, bisognerà usare la testa"

Serie A

“Domani ci vorrà grande concentrazione, perché si tratta di un match molto importante: un'eventuale vittoria aumenterebbe le nostre possibilità di salvezza al 70%, ma sarà fondamentale innanzitutto non perdere; bisognerà usare la testa”. Roberto Stellone, alla vigilia della delicata trasferta contro il Carpi, non fa pretattica di alcun genere e svela la formazione: “Giocheranno Leali, Rosi, Ajeti, Pryima, Pavlovic; Gori, Sammarco, Frara; Kragl, Danile Ciofani e Dionisi. Partiremo con Gori davanti alla difesa, quindi valuteremo le scelte del Carpi nel corso della partita”.

Inutile nascondersi: la gara di domani potrebbe essere determinante in chiave salvezza, ed il tecnico dei giallazzurri lo sa bene: “Più si va avanti, più il margine d'errore si riduce: una vittoria domani ci darebbe una sorta di bonus in vista delle partite successive contro Fiorentina, Genoa e Inter; se non dovessimo ottenere la vittoria, saremmo costretti a fare il colpo contro una di queste tre. Comunque, non facciamo calcoli: vedremo quello che accadrà in campo e come si evolverà il match. Il Carpi vorrà aggredirci per vincere, ma l'andamento della gara dipenderà anche da noi: sarà fondamentale capire se essere alti o se attenderli per poi ripartire. Loro hanno grande velocità lì davanti: dovremo essere bravi a dare le giuste coperture”.

Stellone non crede che la corsa per rimanere in Serie A riguardi solamente quattro squadre: “La Sampdoria, ad esempio, con due vittorie consecutive si è momentaneamente tirata fuori dalla zona calda. Questo significa che nell'arco di due gare le cosa possono cambiare radicalmente: dal mio punto di vista, dai 32 punti in giù sono tutte in gioco. Con le ultime vittorie contro Empoli e Udinese abbiamo alzato la quota-salvezza, ma potrebbero bastare 37/38 punti. A 40, comunque, si è salvi”.

L'allenatore giallazzurro ritroverà il collega Castori, battuto sul filo di lana per il premio della Panchina d'Argento: “Forse lo avrebbe meritato anche più di me, dato che lo scorso anno il Carpi ha ottenuto la promozione con cinque giornate d'anticipo. Detto questo, sono felicissimo di aver ricevuto questo riconoscimento”. Un pensiero finale anche ai tanti tifosi che, ancora una volta, seguiranno i canarini in trasferta: “E' arrivato il momento di regalare loro una grande gioia anche lontano dal Matusa, negli ultimi tempi ci siamo riusciti di rado: se lo meritano per tutto l'appoggio che ci danno”.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400