Il giornale di oggi

abbonati

sfoglia

Domenica 04 Dicembre 2016

Meteo Frosinone









Spuntano altre due discariche abusive, le tracce portano a Sora
0

Spuntano altre due discariche abusive, le tracce portano a Sora

Fontechiari

Discariche abusive che spuntano come funghi. Il luogo “scelto” dagli incivili attentatori del- l’ambiente è, questa volta, la contrada Muto. Appare plausibile, in realtà, che possa trattarsi di un unico responsabile che, pensando di depistare le indagini, ha pensato di abbandonare i rifiuti in posti diversi, lungo la strada che da via Muto Sale verso via Cisterna.

Materiale anche pericoloso, con cartucce di stampante e altre tipologie di rifiuti, appena un paio di settimane fa sempre sulla stessa via mentre un mese fa era accaduto in via Collemastroianni e i proprietari sono stati subito individuati, multati e obbligati a provvedere al recupero e allo smaltimento nel modo giusto. Le discariche sono state subito individuate e segnalate all’amministrazione comunale fontechiarese che ha immediatamente attivato gli agenti della Polizia Locale dell’Unione dei Comuni del Lacerno e del Fibreno.

I vigili hanno avviato le indagini per risalire ai responsabili dell’inquinamento ambientale. E in entrambi i siti pare siano stati individuati sufficienti indizi per attribuire i rifiuti a un’attività di Sora. Qualcuno dei residenti non ha mancato di denunciato l’episodio sui social network. «L’ennesimo caso di indecenza da parte di qualcuno che si permette di scaricare rifiuti nelle nostre zone senza curarsi del fatto che della comune plastica possa andare nell’apposito cassonetto, così come gli scarti del legno che possono essere utilizzati per il camino».

Indignato si è detto il sindaco di Fontechiari, Pierino Liberato Serafini, che fin dall’inizio del suo mandato ha sposato appieno la battaglia contro le discariche abusive e il pugno duro nei confronti di chi approfitta di particolari punti del territorio per abbandonare ogni tipo di rifiuti. Eppure, nonostante in molti casi si sia riusciti a risalire al colpevole per le tracce lasciate, a sanzionarlo e costringerlo a ripulire l’area, c’è ancora chi evidente- mente non comprende le parole rispetto e legge.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400