Il giornale di oggi

abbonati

sfoglia

Lunedì 05 Dicembre 2016

Meteo Frosinone









Consiglio comunale denso di tensioniSu urbanistica maggioranza compatta

Il sindaco di Sora Ernesto Tersigni

0

Consiglio comunale denso di tensioni
Su urbanistica maggioranza compatta

Sora

Momenti di forte tensione, inaspettati scambi finali di complimenti, maggioranza compatta che va avanti per la sua strada, opposizione compatta che prova a contrastare scelte che non condivide.

Nel Consiglio comunale di venerdì sera, diversi i punti interessanti che potrebbero avere ripercussioni per i cittadini. All’inizio, contrariamente alle attese, è sembrato addirittura di vedere atteggiamenti collaborativi. Infatti, dopo la relazione dell’assessore Antonio Conte, la delibera sui “Permessi di costruire in zone di completamento concertati per la realizzazione di opere di urbanizzazione – Ricognizione per acquisizione delle opere al demanio comunale” è stata votata all’unanimità, senza discussioni e anzi con il riconoscimento del ruolo svolto, nell’apposita commissione, da maggioranza ed opposizione. Anche il secondo punto, la “Relazione di Patto verso il Contratto di Fiume. Presa d’atto per l’avvio della concertazione tra amministrazioni e parti sociali”, soprattutto per quel che concerne le perplessità per come è stato concepito finora, è stata spiegato dall’ex tecnico comunale, sempre più protagonista nell’assise, anche con disquisizioni storico - urbanistiche. Se ne tornerà a parlare. Nella discussione si è finito anche per parlare della diga sul Liri per il progetto del fiume navigabile, bloccato ormai da mesi. Decisamente più “animata” la disamina del tema riguardante il “Programma di Riqualificazione Urbana San Giuliano e zone limitrofe – Cessazione degli effetti dell’efficacia giuridica del P.R.U. e inadempimenti dei soggetti attuatori”. Sullo strumento che ha dato il via ad una storia assurda che ha finito per rappresentare, ormai da oltre un decennio, una ferita per l’intera città, dopo le ovvie accuse reciproche, la discussione è ora incentrata in particolare sulla destinazione che avranno effettivamente i locali del centro commerciale direzionale nato sul sito dell’ex Tomassi. Intanto si è attivato l’iter per acquisire il complesso edilizio. C’è stato anche un feroce scambio di opinioni tra Ascione e Petricca. Quest’ultimo ha elogiato il ruolo del suo partito, il Pd, nell’attività dell’esecutivo, mentre il consigliere di opposizione ha evidenziato che, al contrario, nonostante il partito democratico sia al governo in tutte le sedi, per Sora non ci sia stato nessun beneficio. Anzi, la città è sempre più penalizzata nelle scelte, su tutti i settori. Alla fine la delibera è comunque stata approvata con i voti dei nove di maggioranza mentre la minoranza si è astenuta. Nel frattempo la discussione è scivolata sul caso Corona, con il “litigio della rotatoria” di cui si è tanto parlato. Scaramucce. Infine, per il progetto di concessione ventennale a privati della pubblica illuminazione, il sindaco ha annunciato la revoca del piano preliminare, per arrivare a riproporlo dopo le integrazioni con le proposte fatte dei cittadini. La minoranza ha apprezzato elogiando la scelta del passo indietro. Alla fine il clima è ritornato cordiale. E anche questa è una notizia.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400