Un'altra opera da cancellare nell'elenco delle incompiute nella città di Frosinone. La riqualificazione di piazza Risorgimento, portata avanti dall'amministrazione Ottaviani, è terminata e lo spazio è tornato nella piena disponibilità dei cittadini. I tecnici e gli operai dell'impresa hanno finito gli interventi anche sulla parte alta di piazza Risorgimento, effettuando le lavorazioni, unitamente alla posa in opera delle guide direzionali per i non vedenti ed agli scivoli per i portatori di handicap, anche nella zona in cui è stato realizzato, alcuni anni fa, il nuovo insediamento abitativo, dando una sistemazione definitiva all'intero contesto storico e architettonico dell'area, sottoposta a vincolo dalla Soprintendenza dei Beni Culturali. Grazie a una variante progettuale, fortemente voluta dal sindaco Nicola Ottaviani, sono stati ritagliati, su tutta l'area di piazza Risorgimento, circa 15 posti auto per la sosta dei residenti e dei frequentatori del santuario e del comando provinciale della Guardia di Finanza. Adesso non resta che il taglio ufficiale del nastro con l'inaugurazione.

La ditta incaricata, che si è aggiudicata la gara, ha proceduto al completamento di piazza Risorgimento per un importo complessivo di 567.127,68 euro. Il progetto concluso ha dato un volto completamente nuovo all'intero quartiere del centro storico: nell'intera piazza saranno piantati alberi e realizzati nuovi spazi verdi. La grande fontana circolare che si trova al centro della piazza risulterà maggiormente valorizzata. Attorno ad essa sono stati eliminati i posti auto per fare spazio ad un'area pedonale con delle panchine, mentre i marciapiedi adiacenti sono stati interamente ristrutturati, così come il sagrato della chiesa di san Gerardo I posti auto che si sono persi sulla piazza sono stati recuperati in altri spazi. Completamente rifatto anche il manto stradale. Un'opera globale di riqualificazione attesa da diversi anni che finalmente è giunta al termine.