Versava le acque di vegetazione in un fosso demaniale. Nei guai il proprietario di un frantoio alla periferia del paese. Si attendono, ora, i risultati delle analisi di Arpa Lazio che dovranno accertare la natura dei liquami rinvenuti. L’operazione è stata portata a termine ieri mattina dagli uomini del corpo della Forestale di Stato. Poiché al momento del sopralluogo lo scarico non era in funzione, gli agenti hanno solo provveduto all’occlusione del tubo di sversamento. Da ormai due mesi è partita la stagione della raccolta delle olive e molti i frantoi della zona che hanno ripreso a tutto ritmo l’attività di molitura. Ma sono inevitabilmente scattati anche i controlli, a margine dei quali è stato "pizzicato" il frantoio in questione. Tutto è partito da una segnalazione dell’associazione ambientalista Fare Verde.

(Servizio nell'edizione di oggi 13 novembre)