Forza i sigilli apposti al contatore dell'acqua per morosità e ne installa uno autonomamente, rinviata a giudizio. Protagonista del reato è una donna residente a Boville Ernica che, a lungo morosa nei confronti di Acea Ato 5, ha forzato i sigilli apposti dalla Società al contatore e ne ha installato uno autonomo: denunciata dal gestore idrico per furto aggravato d'acqua, la donna, concluse le indagini preliminari, è stata citata direttamente a giudizio dinanzi al Tribunale monocratico di Frosinone. L'udienza si terrà il prossimo 14 febbraio.

Non è certo il primo caso accaduto in provincia di Frosinone: negli ultimi mesi, infatti, sono state numerose le citazioni in giudizio per furto aggravato di acqua, oltre che nel capoluogo ciociaro, anche nei comuni di Torrice e Monte San Giovanni Campano.