Il giornale di oggi

abbonati

sfoglia

Sabato 10 Dicembre 2016

Meteo Frosinone









Bimbo di un  anno aggredito dai due cani di famiglia: la lotta della madre e l'epilogo

Foto d'archivio

0

Bimbo di un anno aggredito dai due cani di famiglia: la lotta della madre e l'epilogo

Nazionale

Aveva solo un anno e mezzo il bambino che è stato sbranato dai due cani di famiglia mentre giocava nella piscina gonfiabile nel giardino di casa. Una tragedia immane, che ha scosso l'intera comunità. L'episodio è avvenuto a Mascalucia, in provincia di Catania. Inutile il tentativo della madre di frapporsi fra gli animali e il piccolo. Il bimbo è stato trasportato con l'elisoccorso in ospedale ma per lui non c'è stato nulla da fare. La Procura etnea intende chiarire le esatte circostanze della tragedia e per questo, come atto dovuto, ha iscritto la donna di 31 anni nel registro degli indagati per il reato di omicidio colposo. La madre, anche lei rimasta ferita gravemente dai cani e ricoverata in ospedale, pare si fosse allontanata per qualche istante lasciando il figlio da solo in una piscina gonfiabile per poi accorrere e sottrarlo all'attacco dei cani, senza riuscirvi.

"Giorno tragico oggi per Mascalucia - scrive su Facebook il vicesindaco del paese, Fabio Cantarella - vi invito a pregare per il piccolo di poco più di un anno che non ce l'ha fatta e per la madre ferita nel tentativo di strapparlo ai loro caniinferociti".

"Pare si tratti di una coppia di doghi argentini - si legge nel post - microchippati peraltro. La tragedia è avvenutaall'interno della loro villetta, lungo la via Del Bosco. Lasciate che vi confidi solo una cosa: con tutta la fede che posso immaginare non riesco ad accettare che un bambino indifeso muoia così. O forse è la mia fede che non è abbastanza forte per comprendere".

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400