Il giornale di oggi

abbonati

sfoglia

Sabato 03 Dicembre 2016

Meteo Frosinone









Sottopasso della Pescara al buio Nuovo blitz dei vandali

Il sottopasso della Pescara preso di mira dai vandali

0

Sottopasso della Pescara al buio
Nuovo blitz dei vandali

Ceprano

Ancora atti vandalici nel sottopasso della Pescara e ancora una volta il passaggio resta al buio.

Protestano gli abitanti del popoloso quartiere Montecitorio, i più assidui fruitori del passaggio pedonale che collega velocemente l'area periferica al centro di Ceprano. Protestano contro gli incivili, ma anche contro chi dovrebbe mettere in sicurezza l'area allestendo un sistema di videosorveglianza cui sarebbe difficile sfuggire.
Fatto sta che il comodo passaggio pedonale che collega il quartiere Montecitorio al centro, a distanza di circa una settimana dal precedente episodio, è di nuovo sprofondato nel buio. Qualcuno ha infatti staccato i fili della corrente che alimenta l’impianto di illuminazione, lasciandoli a terra.
Il gesto lascia pensare ad un puro atto di vandalismo messo a segno da chissà chi e chissà per quale motivo. Giustificazioni al gesto non ci sono, ma neppure motivazioni plausibili perché eliminando l'illuminazione si mette esclusivamente a rischio la sicurezza dei pedoni che vi transitano a tutte le ore anche nel cuore della notte. A meno che, obietta qualcuno dei residenti, non lo si faccia apposta per poi mettere a segno qualche colpo criminale con il favore del buio.
Il fenomeno è divenuto ormai piuttosto preoccupante in quanto testimonia la grave inciviltà dimostrata a livello locale, perché gli stessi abitanti della zona sono convinti che non giungano da fuori a manomettere l'impianto di illuminazione della galleria.
Si potrebbe trattare di semplici “ragazzate”, ed anche in questo caso si dovrebbe riflettere visto il ripetersi degli atti vandalici o comunque di gesti incivili attuati per il solo gusto di fare danno.
Ricordiamo che sono previste la bonifica e la valorizzazione dell'area con la realizzazione di lavori che prevedono la risistemazione di cavi, la tinteggiatura del tunnel, magari con graffiti, e la sistemazione degli spazi circostanti in modo da restituire decoro e sicurezza al sito.
Certo è che gli atti vandalici di questo tipo, oltre ad essere ingiustificabili, stanno suscitando un certo allarme tra i residenti, anche perché si tratta di episodi ripetuti a distanza di breve tempo, una sorta di accanimento vandalico ai danni del sottopasso che evita agli abitanti del popoloso quartiere di Montecitorio di compiere un lungo giro per arrivare in centro.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400