Il giornale di oggi

abbonati

sfoglia

Sabato 10 Dicembre 2016

Meteo Frosinone









Frana, Regione sotto esame
0

Frana, la Regione finisce sotto esame

Pontecorvo

Il gruppo consiliare di Fratelli d’Italia interroga il presidente del Consiglio regionale del Lazio, Leodori, sulla frana di via Lungo Liri. Una richiesta nata dall’interessamento del consigliere comunale di minoranza Natascia Di Schiavi Iorio e da alcuni iscritti del circolo cittadino di Fratelli d’Italia.

La città fluviale da ormai più tre anni vive gravissime difficoltà di viabilità a causa della frana che ha colpito via Lungo Liri. Uno smottamento di terra che ha letteralmente diviso in due la città di Pontecorvo. In una manciata di minuti del febbraio 2013 decine di metri di strada si disintegrarono cadendo nel fiume Liri.

Moltissimi i disagi che la cittadinanza è costretta a subire. Per questo in tanti attendono con impazienza l’avvio dei lavori di ripristino dell’arteria di collegamento. I consiglieri regionali Giancarlo Righini e Fabrizio Santori nella loro nota evidenziano come «tale fenomeno abbia messo e stia mettendo in ginocchio un intero paese con forti ripercussioni sia sul traffico cittadino che sul commercio della cittadina fluviale. Nel corso di questi tre anni si sono succeduti vari incontri in Regione al fine di predisporre un progetto di messa in sicurezza dell’intera area e conseguente ripristino della circolazione stradale, fondamentale per l’intera economia di Pontecorvo e non solo».

Gli esponenti di Fratelli d’Italia sottolineano, anche, come ad oggi «nonostante i proclami ancora non risulti si sia giunti all’aggiudicazione e conseguente cantierizzazione dei lavori. Tutto ciò fa ritenere che l’intervento di messa in sicurezza non inizierà entro la corrente stagione estiva per essere pertanto rimandato alla prossima annualità, con evidente disagio per la popolazione interessata da tale gravissimo fenomeno».

Per questo motivo il gruppo consiliare di Fratelli d’Italia ha chiesto al presidente della giunta regionale del Lazio e all’assessore alle infrastruttura di sapere «lo stato dell’iter procedurale relativo all’intervento di messa in sicurezza con il relativo cronoprogramma inerente i lavori».

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400