Il giornale di oggi

abbonati

sfoglia

Lunedì 05 Dicembre 2016

Meteo Frosinone









Nonno Carmine ha spento cento candeline: una vita intensa e ricca di ottimismo

Nonno Carmine con il vice sindaco Vincenzo Cacciarella e il consigliere delegato Dino Fortuna

0

Nonno Carmine ha spento cento candeline: una vita intensa e ricca di ottimismo

Ceprano

Circondato dall’effetto di figli, nipoti, parenti, amici, autorità civili e da una rappresentanza del Reggimento 4° Genova Cavalleria il nonno ha festeggiato il suo importante traguardo delle cento candeline spente presso il ristorante La Vignola.

Il vice sindaco Vincenzo Cacciarella e il consigliere delegato Dino Fortuna hanno consegnato a nonno Carmine una targa per onorare l’anziano Dragone del Re.

Il signor Mastromattei vive a Ceprano, solo, cura i suoi hobby: la musica, la lettura e l’orticello, suona il suo organetto e conduce una vita ricca di impegni e di attività che lo mantengono in perfetta forma. Il segreto della sua longevità? L’ottimismo. Uomo dotato di grande umorismo, nonno Carmine ha sempre vissuto la vita con il sorriso, all’insegna del divertimento, ha partecipato alle locali feste di carnevale e ha sempre cercato di vivere con leggerezza, ma intensamente. Tutto questo chiaramente nella seconda fase della sua vita, perchè Carmine ha vissuto due conflitti mondiali e durante il secondo ha combattuto in prima linea.

Ieri, alla sua festa, si è esibito con l’organetto, grintoso e sorridente ha suonato animando il pranzo. Decisamente nonno Carmine ne ha tante di storie da raccontare, cent’anni di vita intensi, vissuti con coraggio, spesso in situazioni di rischio, ma sempre con ottimismo, con allegria, con la musica dentro e il desiderio non fermarsi mai.

L’ultimo Dragone del Re è lucido, in forma, autonomo, non si direbbe che ha vissuto anni tanto intensi, decisamente non si è mai annoiato e neppure oggi che i suoi impegni sono meno intensi, rinuncia alle sue passioni. Ha combattuto, ma lo ha fatto in modo singolare tant’è che lui stesso precisa: “Otto anni di guerra, prigionia, partigiano, e sono tornato a casa senza mai sparare un colpo! Questa è stata la mia fortuna”.

Una filosofia di vita decisamente singolare e a quanto pare ...vincente. Auguri nonno Carmine.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400