Il giornale di oggi

abbonati

sfoglia

Sabato 03 Dicembre 2016

Meteo Frosinone









Canone Rai, le nuove norme: come districarsi tra le maglie della burocrazia

Foto d'archivio

0

Canone Rai, le nuove norme: come districarsi tra le maglie della burocrazia

Nazionale

Chi non possiede un televisore non è tenuto a pagare il canone Rai sulla bolletta della luce, così come chi è nello stato di famiglia di un contribuente che già versa l’imposta sulla tv. Ma come si fa a comunicarlo? Attraverso un modulo di autocertificazione, spiegawww.laleggepertutti.it, da inviare all’Agenzia delle Entrate.

Il modello, riferisce il portale, si trova in questo link e va inviato in via telematica, tramite Pec o raccomandata all'indirizzo: Agenzia delle entrate, Ufficio di Torino 1, S.A.T. – Sportello abbonamenti TV – Casella Postale 22 – 10121 Torino. Mediante Pec la dichiarazione firmata digitalmente va inviata all’indirizzo cp22.sat@postacertificata.rai.it.
 
Dal 2017, fa sapere 'La legge per tutti', la dichiarazione presentata dal 1° febbraio al 30 giugno esonera dall’obbligo di pagamento per il secondo semestre dello stesso anno; mentre quella presentata dal 1° luglio al 31 gennaio dell’anno successivo esonera dall’obbligo del pagamento per l’intero anno successivo.

Ecco come si compila. "Per prima cosa - spiega il portale - vanno inseriti i dati del dichiarante: cognome, nome, data e luogo di nascita e codice fiscale". L’invio può essere effettuato dal contribuente oppure da un intermediario abilitato, cioè un Caf o un commercialista.

E' necessario barrare la casella relativa al quadro dell’autocertificazione che contiene il motivo dell’esenzione. "I quadri - conclude il portale - sono due: il quadro A, che riguarda la dichiarazione sostitutiva di non possesso di un apparecchio tv, ed il quadro B, cioè la dichiarazione sostitutiva di presenza di altra utenza elettrica per l’addebito".

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400