Il giornale di oggi

abbonati

sfoglia

Sabato 10 Dicembre 2016

Meteo Frosinone









La Finanza ricorda il capitano Tomasi
0

Scoperta una casa di riposo abusiva

Velletri

Pagavano rette mensili che variavano dai 1.000 ai 1.500 euro al mese ed erano mantenuti in una stanza, accuditi principalmente da una cittadina straniera, anch’essa rumena, e in compagnia di grossi cani. La casa di riposo per anziani scoperta a Velletri era completamente abusiva e ospita- va sei anziani paganti alcuni dei quali avevano ridotte capacità funzionali e cognitive trovati dai finanzieri che hanno fatto l’accesso nell’appartamento in centro di Velletri, adagiati in modo promiscuo su sedie o divani di fortuna in camere prive dei più elementari requisiti strutturali. L’indagine che ha portato al blitz di ieri è stata condotta dagli uomini della guardia di finanza della compagnia di Velletri.

Quando i finanzieri hanno bussato al portone che da fuori sembra un normale e comune appartamento, l’anziana straniera avrebbe tentato, secondo una nota della finanza, di evitare il controllo tentennando nell’aprire la porta sostenendo di B avere precisi ordini dai titolari di non far entrare nessuno.

I titolari, appunto, sarebbero una coppia di coniugi del pontino ma residenti in città che avevano affittato l’appartamento realizzando la redditizia attività di casa di riposo completamente sconosciuta alle autorità sanitarie e al Fisco. La struttura era priva di ogni abilitazione e con l’unica dipendente che non aveva alcuna conoscenza medica. L’appartamento non era dotato dei necessari servizi assistiti e gli anziani erano in compagnia di due cani, entrambi in pessime condizioni igieniche.

Sul balcone, le attrezzature come carrozzelle e deambulatori erano adagiate alle cucce dei cani. I finanzieri hanno trovato un gran quantitativo di medicinali molti dei quali, per essere somministrati con uno specifico piano terapeutico sotto il controllo di personale sanitario regolarmente qualificato che nella struttura era assente. Gli ospiti sono stati visitati dal personale medico e trasferiti, su ordine dell’Autorità Giudiziaria, in una struttura regolarmente autorizzata, non essendosi reso disponibile ad accoglierli nessuno dei congiunti contattati dai militari.

I gestori sono stati denunciati per i reati di abbandono di persone incapaci e di esercizio abusivo di casa di ricovero per anziani. In corso approfondimenti volti alla ricostruzione del giro d’affari dell’attività ai fini della tassazione dei proventi conseguiti. La struttura non è stata sequestrata per- ché regolarmente affittata.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400