Il giornale di oggi

abbonati

sfoglia

Lunedì 05 Dicembre 2016

Meteo Frosinone









Il centro cade a pezzi, ormai ci vuole il casco. Stavolta crolla un cornicione
0

Il centro cade a pezzi, ormai ci vuole il casco. Stavolta crolla un cornicione

M. S. G. Campano

Continuano i crolli nel centro storico. Questa è la volta di un cornicione precipitato direttamente su via Roma. «Oramai ci vuole il casco in paese» commentano i residenti. Case vecchie che cadono a pezzi lasciando in strada il segno evidente di un pessimo stato di conservazione. Palazzi fatiscenti arredano un centro storico ormai semideserto e che nessuno cura più.

Tra i vicoli pezzi di cornicioni, tegole e calcinacci accolgono i passanti tra la preoccupazione dei residenti che quotidianamente assistono all’inesorabile decadimento del borgo. Sono diventati troppi i palazzi da risistemare e che i proprietari, ormai lontani dal paese, non hanno proprio intenzione di ristrutturare. Palazzi che rischiano di crollare e di danneggiare le abitazioni limitrofe.

Qualcuno si è già rivolto al Genio civile. Proteste e richieste di intervento sono giunte anche negli uffici tecnici comunali. Nessuno, però, sembra rendersi conto della gravità della situazione. «I crolli di cornicioni e tegole sono all’ordine del giorno – hanno riferito gli abitanti di via Roma – Diversi quelli già avvenuti e l’ultimo proprio l’altro giorno quando da uno dei palazzi di Santa Giusta è venuta giù il controsoffitto di una stanza. Abbiamo dovuto chiamare i carabinieri, intanto i residui sono stati rimossi. Non sarà certo l’ultimo degli episodi e se non si prendono provvedimenti seri, rischiamo di rimanerci sotto le macerie».

Nemmeno due settimane fa a crollare era stato un tetto a causa, quasi probabilmente dalle ultime piogge di giugno. Un rumore sordo aveva già svegliato gli abitanti della zona un paio di mesi prima, quando ad implodere erano state le prime tegole della vecchia casa che è ora rimasta senza tetto. La caduta improvvisa e violenta del soffitto ha fortunatamente evitato che tutto il materiale edile finisse in strade, con conseguenze ben più gravi per la popolazione. Il rischio è che ora venga giù l’intero edificio e che le case vicine subiscano lesioni.

L’inverno scorso, in via Santa Giusta un pezzo di cornicione cadendo aveva ferito un passante tanto da rendere necessario, dopo la denuncia dell’uomo, l’intervento dei Vigili del fuoco.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400