Il giornale di oggi

abbonati

sfoglia

Giovedì 08 Dicembre 2016

Meteo Frosinone









Manutenzione a scuola, parte l’iter dei lavori

U n’immagine del plesso scolastico “Irma Lombardi” di Ceprano

0

Manutenzione a scuola, parte l’iter dei lavori

Ceprano

Manutenzione straordinaria al plesso scolastico “Irma Lombardi”: al via gli inviti alle imprese interessate per partecipare alla gara d’appalto dei lavori. Il progetto, che prevede un investimento di circa 76.000 euro, prevede la sostituzione degli infissi della scuola del quartiere Scalo e la rimozione delle mattonelle che rivestono i muri esterni con il rifacimento di intonaci e tinteggiatura. Quest'ultimo intervento è stato predisposto in quanto sembra che il rivestimento esterno generi problemi di aerazione e conseguentemente di umidità nei locali. La scuola, sita di fronte alla stazione ferroviaria, è circondata da spazio, arieggiata ed assolata, un edificio accogliente e adeguato. Finalmente decolla l'iter per l'affidamento dei lavori che dovrebbero essere ultimati prima della ripresa delle lezioni. Non si tratta di un grande intervento, per cui i tempi dovrebbero essere rispettati. Investire sulla scuola vuol dire attenzionare la sicurezza di bambini e ragazzi e indirettamente promuovere la formazione ed i percorsi idonei di crescita perché studenti che lavorano in ambienti adeguati sono più stimolati e ottengono risultati migliori. Lo stesso dicasi del personale scolastico, sicuramente più motivato se ha disposizione attrezzature idonee e locali accoglienti. Ben vengano dunque tutti gli investimenti sulle scuole che, seppure concentrati sulle strutture, indirettamente assicurano una ricaduta sui risultati, cioè sull'efficacia dell'azione formativa. Purtroppo le nostre scuole non sono sempre adeguate: le manutenzioni sono carenti, le strutture non sempre fruibili o addirittura insicure come nel caso del plesso di Colle Tassetano, chiuso perché a rischio.

Tra le prime azioni realizzate dall'amministrazione Galli ci fu proprio il trasferimento degli alunni da Colle Tassetano all'edificio che ospita il nido comunale, spostamento disposto per motivi di sicurezza. In realtà, all'epoca della chiusura del plesso si parlò anche di una struttura realizzata con tecniche e materiali innovativi, ma di fatto nessun edificio nuovo da adibire a scuola è stato realizzato e le sezioni di scuola dell'infanzia trasferite nei locali adiacenti il nido “Pollicino” sono rimaste lì.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400