Il giornale di oggi

abbonati

sfoglia

Martedì 06 Dicembre 2016

Meteo Frosinone









Sciame d'api in agguato e bagnanti frusinati in fuga. Pompieri con le mani legate

Foto d'archivio

0

Sciame d'api in agguato e bagnanti frusinati in fuga. Pompieri con le mani legate

Frosinone - Terracina

Momenti di paura per un gruppo di bagnanti di Frosinone che improvvisamente sono stati minacciati da uno sciame composto da migliaia di api. E' accaduto nella tarda mattinata odierna sul litorale di Terracina. Gli insetti si trovavano ammassati all'interno di una grande siepe in fioritura. Al passaggio dei bagnanti che si dirigevano verso la vicina spiaggia, probabilmente disturbate dai rumori, si sono "innervosite" avvicinandosi pericolosamente al gruppetto. I frusinati, fra cui anche due bambini in tenera età, si sono precipitosamente allontanati per paura di essere punti, con il rischio anche di andare incontro a reazioni allergiche, magari per una sensibilità al veleno delle api non conosciuta. 

Vista la consistenza dello sciame, come detto composto da migliaia di api, e considerata la prossimità della siepe scelta come nido alla strada di passaggio verso la spiaggia, i bagnanti hanno chiesto l'intervento dei vigili del fuoco. Rapidamente una squadra del distaccamento di Terracina si è portata sul posto, dove però, preso atto del problema, non ha potuto fare nulla per due motivi: le nuove normative che regolamentano la loro attività hanno eliminato, dal novero degli interventi possibili, quelli attinenti a calabroni, vespe, api o altri tipi di insetti; le api figurano tra le specie protette e quindi non possono essere "toccate". Di fronte a questo genere di obiezioni i bagnanti frusinati hanno chiesto spiegazioni su cosa poter fare. I vigili hanno indicato due opzioni: l'intervento di una ditta specializzata nella bonifica di sciami di api o, in secondo ordine, quello di apicoltori in grado di neutralizzare pericoli di tal fatta. Nello stesso tempo, è stato contattato il proprietario dell'abitazione dalla quale si dirama la siepe sollecitandolo ad attuare rapidamente la bonifica della siepe.

Per i bagnanti frusinati, insomma, tanta paura ma, per fortuna, nessuna puntura. Ora si attende che chi di dovere elimini il pericolo. Resta però sul tappeto una domanda: è più importante la salvaguardia di una specie protetta, come quella delle api, o la vita umana?

 

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400