Il giornale di oggi

abbonati

sfoglia

Venerdì 09 Dicembre 2016

Meteo Frosinone









Imposte portate al massimoLa minoranza sul piede di guerra

Il Comune di San Giorgio a Liri

0

Imposte portate al massimo
La minoranza sul piede di guerra

San Giorgio a Liri

L'opposizione insorge contro l'aumento delle tasse.

È stato un argomento ricorrente in tutti i mesi trascorsi dalle ultime elezioni amministrative del 2014. Un tema che continua ancora oggi a scaldare gli animi.
Con la dichiarazione di dissesto finanziario, tra le altre misure, quella che ha un impatto più vistoso sui cittadini è senza dubbio l’imposizione al massimo consentito dei tributi comunali: Imu, Tasi, addizionale Irpef etc… Un periodo di sofferenza inevitabile ma, al tempo stesso, “passeggero” che dovrebbe lasciare spazio, subito dopo, a scenari più rosei.
La promessa del sindaco
D’altro canto, in più occasioni lo stesso sindaco Modesto Della Rosa aveva affermato pubblicamente che con la chiusura del dissesto finanziario e con la regolarizzazione di tutte le partite aperte, la prima cosa che avrebbe proposto al consiglio comunale sarebbe stata la riduzione a livelli “normali” di tutte le imposte comunali. Ma così non è stato.
Con l’approvazione dello schema di bilancio di previsione 2015 e delibere conseguenti, approvazione avvenuta il 27 luglio, appare chiaro che di questa riduzione promessa non c’è alcuna traccia.
L’attacco dell’opposizione
È per questo che il capogruppo dell’opposizione Raffaele Panaccione attacca l’amministrazione: «La giunta del nostro Comune ha approvato lo schema di bilancio anno 2015 da sottoporre al consiglio comunale. Imu, Tasi, addizionale Irpef sono state confermate nei limiti massimi consentiti dalla legge.
Il dissesto dopo 5 anni è stato definitivamente chiuso ma il salasso e il prelievo forzoso, nonostante le promesse, non subisce riduzioni. Ciononostante le casse sono vuote e le determine da pagare in continuo aumento. Sarebbe interessante conoscere le giustificazioni dei protagonisti al netto della solita litania ripetuta in questi anni: la colpa è dei precedenti amministratori.
Sarebbe utile confrontare il livello di tassazione con la qualità dei servizi erogati, su tutti la raccolta dei rifiuti».
Il bilancio approda in assise
Intanto nei prossimi giorni si discuterà il bilancio di previsione e in quella sede è probabile che le opposizioni chiederanno le motivazioni di questa scelta politica. Non mancheranno sicuramente di “interrogare” la maggioranza sullo stato della manutenzione del paese dal momento che presenta notevoli punti critici

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400