Il giornale di oggi

abbonati

sfoglia

Martedì 06 Dicembre 2016

Meteo Frosinone









Una situazione paradossale: il palazzo comunale è a rischio crollo

L’ala nuova del palazzo comunale costruita negli anni ‘80 a rischio crollo

0

Una situazione paradossale: il palazzo comunale è a rischio crollo

Cervaro

Il palazzo comunale è a rischio crollo. In questi giorni le stanze del comune di Cervaro sono in fibrillazione: diversi uffici sono stati trasferiti momentaneamente nella sala consiliare, altri verranno spostati e - nel frattempo - si stanno cercando soluzioni alternative nel caso in cui dovrebbe essere ufficiale l’inagibilità dell’area nuova del municipio, costruita negli anni ‘80.

Infatti il Comune ha trasferito tutti gli uffici dalla nuova struttura a quella “vecchia” e solida: l’ufficio dei Servizi sociali, del Segretario, quelli della Parte finanziaria e degli Affari generali. Tutto è accaduto qualche settimana fa quando è stato scoperto che i solai della parte moderna del comune si erano visibilmente abbassati.

Una situazione che ha subito messo in allerta il primo cittadino Angelo D’Aliesio e l’assessore ai Lavori pubblici Gino Canale che hanno dato il compito agli uffici competenti di valutare i rischi. A sua volta l’ufficio di competenza ha incaricato un tecnico di fiducia che, a seguito di attente rilevazioni, a fatto una valutazione di non agibilità della struttura nuova costruita negli anni 80. A quel punto il sindaco ha emanato un’ordinanza di sgombero degli uffici e di messa in sicurezza della struttura.

«Andando a spostare alcuni uffici - ha spiegato il sindaco Angelo D’Aliesio - ci siamo resi conto che nella parte in ampliamento del comune, quella realizzata poco più di 30 anni fa, il solaio presentava degli avvallamenti. Allora abbiamo interrotto gli spostamenti e messo in atto tutti i provvedimenti atti a non gravare ultimamente sulla struttura, in attesa delle verifiche ufficiali che abbiamo richiesto ai vari organi sovra comunali».

Ora, infatti, si attendono i riscontri del genio civile e dei vigili del fuoco chiamati per verificare l’agibilità della struttura in ampliamento. «In attesa di un loro sopralluogo abbiamo già provveduto a spostare gli uffici nella parte vecchia e solida del palazzo comunale - hanno spiegato il sindaco e l’assessore - Però prima di dar atto a tutto aspettiamo la loro valutazione e di conseguenza cercheremo una nuova sede agli uffici trasferiti». Una situazione per la quale il sindaco vuole vederci chiaro e, nel caso venisse accertata l’inagibilità dell’area, si adopererà a cercare «le eventuali responsabilità per una struttura edificata poco più di trent’anni fa».

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400