Il giornale di oggi

abbonati

sfoglia

Venerdì 09 Dicembre 2016

Meteo Frosinone









Scomparso dal pronto soccorso: si cerca l'anziano che vive tra i rifiuti

Il Pronto soccorso dell'ospedale di Sora

0

Scomparso dal pronto soccorso l'anziano che vive tra i rifiuti

Sora

In tanti speravano che la storia dell’anziano che vive tra rifiuti ed escrementi potesse avere un lieto fine, soprattutto in concomitanza delle feste natalizie. E, i primi, erano gli stessi agenti della polizia stradale di Sora che lunedì scorso lo avevano soccorso in viale San Domenico, accompagnato a casa e poi, scoperto il terribile ambiente in cui l’uomo viveva, lo avevano trasportato in ospedale per cure ed accertamenti.

E, proprio dal pronto soccorso del SS.Trinità di Sora, riprende la storia del settantenne R.A., molto conosciuto con il soprannome di “il professore”. Arrivato al reparto di emergenza in evidente stato confusionale, con ferite ed ecchimosi in diverse parti del corpo, l’anziano sarebbe stato registrato con un codice verde e lasciato in sala d’attesa per essere chiamato. Il suo turno, però, a causa della fila e delle emergenze che si sono presentate al pronto soccorso, è arrivato dopo cinque ore che il settantenne aspettava, seduto in quella stanza.

Erano le 17.30 quando è stato chiamato il suo nome. Ma, nonostante diversi appelli, dell’anziano non c’era ormai più traccia. Evidentemente l’uomo, che gli agenti avevano soccorso in evidente stato confusionale e con abiti laceri, si è allontanato a piedi senza che nessuno se ne sia accorto. Silenziosamente e senza avvertire. Del fatto, però, pare non siano state avvisate nemmeno le forze dell’ordine. Quindi contrariamente a quanto auspicato l’anziano, che i familiari più stretti pare siano impossibilitati ad aiutare e che chi di dovere comunque non ha in alcun modo sostenuto, nonostante l’interessamento del comandante e degli uomini della Polizia Stradale di Sora, non è riuscito a passare nemmeno una notte al caldo, in un ambiente pulito e sano.

Nessuno, dunque, si sarebbe preoccupato di cosa ne sarebbe stato del vecchietto che chiaramente non era in sé e che forse è tornato nella sua casa-discarica. Dove ha ripreso a dormire sul letto insieme con i cumuli di immondizia, al buio e al freddo. L’abitazione dell’uomo, che risulta di proprietà paterna, ha tutte le utenze staccate. 

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400