Il giornale di oggi

abbonati

sfoglia

Lunedì 05 Dicembre 2016

Meteo Frosinone









Forza posto di blocco della Finanza, ora rischia l'accusa di tentato omicidio

Foto d'archivio

0

Forza posto di blocco della Finanza,
ora rischia l'accusa di tentato omicidio

Boville Ernica

Rischia di andare sotto processo con l’accusa di tentato omicidio, resistenza a pubblico ufficiale e lesioni personali. È un piccolo imprenditore di 45 anni di Boville Ernica, A.M., che è finito davanti al gup del tribunale di Frosinone che dovrà decidere sull’apertura di un processo o meno. L’uomo è accusato di aver eluso un posto di blocco della Guardia di finanza, nella zona dell’ospedale di Alatri, il 18 aprile del 2014 e aver tentato di investire un finanziere che gli sbarrava la strada e che rimase ferito.

Dal canto suo l’uomo, che è assistito dall’avvocato Giampiero Vellucci, si difende dicendo di aver temuto una rapina. Di non aver riconosciuto i finanzieri perché erano a bordo di un’auto civetta e di essersi spaventato alla vista delle pistole perché lui in auto, in compagnia di un operaio, trasportava diecimila euro. Le paghe dei suoi dipendenti. Una versione che non convince il pm Adolfo Coletta che, infatti, ne ha chiesto il rinvio a giudizio. Nell’ultima udienza il giudice Stefano Troiani aveva sollecitato un’integrazione probatoria. Voleva che fosse sentito anche il passeggero che era accanto ad A.M. Ma oltre a quest’ultimo andrà sentito anche un terzo finanziere, presente alla scena e che non si è costituito parte civile, come hanno fatto gli altri due militari appartenenti alla Tenenza di Fiuggi, che sono rappresentati dall’avvocato Alioska Baccarini.

Il fatto è accaduto il 18 aprile dello scorso anno nella zona dell’ospedale San Benedetto dove le Fiamme gialle erano impegnate in un’operazione di polizia. In quella circostanza, dopo aver imposto l’alt all’uomo, un militare delle Fiamme gialle è stato colpito dallo specchietto dell’auto, mentre il collega, intuita la manovra del fuggitivo, riuscì a gettarsi a terra e ad evitare di essere colpito a sua volta. Subito da parte della guardia di finanza scattarono le indagini che portarono all’identificazione di un uomo residente a Boville, rintracciato poco dopo a casa e quindi denunciato.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400