Il giornale di oggi

abbonati

sfoglia

Domenica 04 Dicembre 2016

Meteo Frosinone









Spaccio di droga, dieci a rischio processoNei guai un gruppo di frusinati, ceccanesi e alatrensi

Foto d'archivio

0

Spaccio di droga, dieci a rischio processo. Nei guai un gruppo di frusinati, ceccanesi e alatrensi

Frosinone

Droga, indagini chiuse. In dieci rischiano il processo. La procura di Frosinone ha chiesto il rinvio a giudizio per dieci giovani, di età compresa tra i 19 e i 45 anni, residenti a Frosinone, Ceccano, Arnara, Alatri, Giuliano di Roma e Settefrati. Il pm Barbara Trotta punta l’indice contro P.A.M., 30 anni, di Ceccano, difeso dall’avvocato Calogero Nobile, P.C., 45, di Ceccano, difeso dall’avvocato Tony Ceccarelli, D.C., 24, di Frosinone, difeso dall’avvocato Raffaele Maietta, F.M., 30, di Arnara, difeso dall’avvocato Mauro Roma, C.G., 22, di Ceccano, difeso dall’avvocato Filippo Misserville, E.R., 40, di Frosinone, difesa dall’avvocato Luigi Tozzi, A.S., 23, di Alatri, difesa dall’avvocato Marco Maietta, L.L., 24, di Giuliano di Roma, L.P.S., 19, di Alatri e M.V., 32, di Settefrati, questi ultimi difesi d’ufficio dall’avvocato Giorgio Picchi.

Dei dieci tre sono donne. Al ceccanese P.C. vengono contestati degli episodi di cessione di dieci dosi di cocaina nel periodo compreso tra febbraio e aprile del 2014. Allo steso, nonché ai compaesani P.A.M. e C.G. l’accusa è di aver ceduto piccoli quantitativi di cannabis il 1 aprile del 2014, sempre a Ceccano. C’è un episodio, risalente all’11 marzo 2014 a Ripi, legato al rinvenimento di marijuana all’interno di una moto. Dalle analisi chimiche disposte dalla procura la droga avrebbe fruttato 598 dosi. In questo caso il reato è attribuito dalla procura a P.A.M. e all’arnarese F.M. Sempre al primo sono inoltre contestate più cessioni di hashish o di hashish e marijuana a cinque consumatori che le acquistava pagando da un minimo di dieci euro a un massimo di cinquanta euro alla volta. I fatti, così come ricostruiti dagli investigatori della procura, risalgono a un periodo che va dal 26 febbraio del 2014 all’8 aprile 2014.

Diversi anche gli episodi di cessione di sostanze stupefacenti contestati a D.C. tra cocaina e hashish a una serie di acquirenti che pagavano tra i 25, 40, 50 e 100 euro. In questo caso i fatti oggetto di contestazioni vengono fatti risalire ai mesi di aprile e maggio del 2014.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400