Sarà l'autopsia a fare luce sulle cause della morte della trentenne di Anagni trovata morta, l'altra sera, dentro la sua auto in una zona non ancora precisata di Roma. Il corpo senza vita della giovane sarebbe stato notato da alcuni passanti che avrebbero allertato i soccorsi. Purtroppo, i sanitari nulla hanno potuto: la ragazza era già morta da un po'. E adesso, come detto, sarà l'esame autoptico a stabilire le cause e le modalità del decesso. 

Intanto, ad Anagni la notizia ha destato sconcerto e dolore in tutta la popolazione. La trentenne apparteneva ad una famiglia di professionisti del posto molto noti ed affermati. Seconda di quattro figli, dopo aver conseguito il diploma ad Anagni si era trasferita a Roma, il suo grande sogno, dove si era laureata e dove da tempo prestava servizio in un grande ospedale della Capitale. 

Sulla vicenda c'è ancora uno strettissimo riserbo da parte degli investigatori e pochissimi sono i particolari trapelati.