I carabinieri della stazione capoluogo, congiuntamente a quelli del Norm della compagnia di Frosinone e a personale della polizia locale, hanno arrestato in flagranza di reato un frusinate 37enne per “violazione di sigilli”. L’uomo, in qualità di proprietario e custode giudiziale di un manufatto realizzato abusivamente e già sottoposto a provvedimento di sequestro da parte della Polizia Locale, violava i sigilli e proseguiva i lavori edili rendendolo abitabile. Il fabbricato veniva nuovamente sottoposto a sequestro. Nei confronti dell’arrestato, a seguito di rito direttissimo svoltosi sabato mattina, il giudice convalidava l’arresto disponendo l’obbligo di firma.