Il giornale di oggi

abbonati

sfoglia

Domenica 04 Dicembre 2016

Meteo Frosinone









Strage di cani: cruenta e senza freni la guerra fra tartufai

Foto di archivio

0

Strage di cani: cruenta e senza freni la guerra fra tartufai

Valcomino

Non solo tanti segugi appositamente addestrati e con un lungo pedigree, ma nell’ultima guerra tra tartufai di Alvito e San Donato a rimetterci sono stati anche tanti poveri animali padronali. Gli episodi che si stanno verificando nelle ultime settimane sulle montagne della Valle di Comino hanno assunto proporzioni davvero preoccupanti.

E in questi giorni pare proprio che i proprietari di questi cani si stiano organizzando per formalizzare una denuncia corredata da foto e documentazione dei veterinari che, in più di qualche occasione, non sono riusciti a salvare gli animali avvelenati, morti tra atroci sofferenze causate dalla lumachina o dalla stricnica contenute nelle polpette disseminate sui monti. E tutto per impedire che altri possano recarsi in quel bosco in cerca del prezioso tubero. 

È capitato di trovare anche tre o quattro esemplari di cani morti per strada e a poca distanza l’uno dall’altro. La speranza è che un fatto del genere non accada più, anche se è poco probabile vista l’abbondante presenza di tartufai sul territorio. Inoltre, ancora meglio sarebbe se le denunce presentate o in fase di presentazione potessero permettere l’identificazione dei responsabili di una barbarie ingiustificata a danno di povere bestie finite nelle trappole di gente senza scrupoli.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400