Il giornale di oggi

abbonati

sfoglia

Venerdì 09 Dicembre 2016

Meteo Frosinone









Buche sulla superstrada Sora-Cassino: elevato il rischio di incidenti

Foto d'archivio

0

Buche sulla superstrada Sora-Cassino:
elevato il rischio di incidenti

Atina

Ritornano piogge e freddo e sulla superstrada Cassino-Sora riprendono a fiorire le buche. Stavolta a farne le spese è la parte d’asfalto che aveva resistito alle bordate invernali dello scorso anno, e così, di fianco alle buche esistenti alle quali nessun serio intervento è riuscito nel frattempo a porvi rimedio, stanno ora creandosi quelle dell’annata 2015-2016.

Insieme alle nuove buche il consueto corollario di graniglia sparsa sull’asfalto con pezzi in alcuni casi grandi come sassi; naturale che le auto sono costrette a vorticose gimcane in cerca di una traiettoria che le faccia evitare la buca in agguato, cosa che, del resto, è difficile e complicata. Solo i grandi mezzi, torpedoni e autocarri, procedono spediti, all’apparenza senza intoppi: la loro mole li costringe a passare e ripassare sulle buche aprendole e scavandole sempre di più. L’amministrazione provinciale, l’ente che si occupa della manutenzione dell’importante arteria, oltre non fa che gettare qualche palata di asfalto qui e là e imporre il limite di velocità di 50 chilometri orari, come se la buca la creasse la velocità dei mezzi che di continuo transitano sulla superstrada: se fosse così le autostrade sarebbero una perenne groviera.

Di recente la Provincia di Frosinone ha fatto sapere che è stata attivata la consulta provinciale sulla sicurezza stradale: nelle note introduttive si legge che la consulta «persegue l’obiettivo – secondo le finalità previste dall’art. 32 della Legge n. 144 del 1999 ed in conformità al Piano nazionale della sicurezza stradale – di individuare una serie articolata di interventi, indirizzi e linee guida idonee all’attuazione di specifici interventi migliorativi della sicurezza stradale». Nella speranza che la commissione preposta individui presto gli interventi, le strade sotto la tutela della Provincia continuano a deperire nei loro componenti fondamentali: asfalto, sede stradale e scolo delle acque.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400