Il giornale di oggi

abbonati

sfoglia

Giovedì 08 Dicembre 2016

Meteo Frosinone









Colpo notturno nella villa dell'ex presidente della Provincia Antonello Iannarilli

Foto di archivio

0

Colpo notturno nella villa dell'ex presidente della Provincia Antonello Iannarilli

Alatri

Ladri in azione, nella tarda serata di ieri, ai danni dell'ex presidente della Provincia Antonello Iannarilli. Ignoti si sono introdotti nella sua villa in località Porpuro, ad Alatri, ed hanno portato via un bottino ancora da quantificare esattamente. Un furto compiuto probabilmente da malviventi esperti che tenevano d'occhio l'abitazione dell'onorevole e, particolare che inquieta e preoccupa, messo a segno mentre in casa c'erano i familiari dello stesso Iannarilli. 

A dare notizia della spiacevole avventura è stato proprio l'ex parlamentare con un post sul suo profilo Facebook. 

"Per la terza volta - ha scritto l'ex parlamentare - ho ricevuto visite di cortesia (ladri) a casa con l'aggravante che questa volta sono entrati al piano di sopra mentre in quello inferiore si stava cenando".

Quindi, raggiunto poco fa telefonicamente, ci ha spiegato meglio l'accaduto: "Ieri sera, mentre rientravo da una cena con amici intorno all'una, ho notato la finestra aperta al piano di sopra e già questo mi è parso molto strano. Ho disattivato l'antifurto e sono entrato in casa: al piano terra era tutto normale e questo mi ha tranquillizzato un po'. Invece, poco dopo, sono salito al primo piano e lì ho trovato la brutta sorpresa: qualche delinquente era entrato dalla finestra della mia stanza bucandola con il trapano. Ho trovato tutte e 4 le stanze del piano superiore messe a soqquadro, tutte tranne quella di mio figlio Antony (l'attuale portiere della Pistoiese, ndr). Mi sono sentito gelare perché sapevo che in casa c'era il resto della mia famiglia. Sono corso a vedere come stavano e per fortuna dormivano e non si erano accorti di nulla. 

Quanto al bottino, sto verificando meglio cosa hanno rubato, finora ho visto che per fortuna mancano poche cose: alcune medaglie, qualche collanina d'oro, alcuni orologi ed altri oggetti preziosi. Forse sono stati disturbati da qualcosa e sono fuggiti via, sempre dalla finestra, visto che hanno lasciato una stanza da ripulire. Ora però stiamo controllando meglio. 

Ma la cosa gravissima, lo ripeto, è che i ladri sono entrati mentre la mia famiglia era dentro casa, a cena o a vedere la tv. Non oso pensare a cosa sarebbe potuto accadere se si fossero accorti della presenza dei malviventi e fossero saliti su... Meglio non pensarci. Comunque ho addosso una sensazione molto brutta, di paura e insicurezza, che chiaramente preoccupa parecchio.

Considerate che la casa è molto protetta con vari sistemi di allarme che riguardano anche le finestre, ma, come credo sia normale, gli antifurto vengono inseriti quando la casa è vuota o quando si va a dormire, verso le 23, come accaduto anche ieri sera: da questo particolare deduco che i ladri sono entrati prima di quell'ora. 

Non è la prima volta che ci fanno "visita" e quindi siamo sempre molto attenti nell'inserire gli allarmi, ma sinceramente non abbiamo mai pensato di metterli mentre si è in casa. E' veramente una strana sensazione quella che provo, molto peggio di quando, un po' di tempo fa, sono entrati a prendere le chiavi della macchina nella mia stanza e poi l'hanno rubata: quanto accaduto ieri sera, purtroppo, dimostra che non si può essere più sicuri e che questi malviventi senza scrupoli possono entrare nelle nostre case quando vogliono e a qualsiasi ora".

Quindi, ancora sulla sua bacheca di Facebook, l'appello ai cittadini: "Tenete gli occhi aperti: ormai non si è più sicuri nemmeno se si sta in casa". 

Decine i messaggi di solidarietà postati sulla stessa bacheca, con qualcuno che ha anche affermato di essere stato recentemente vittima di episodi analoghi.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400