Si va componendo di ora in ora il piano per la pubblica sicurezza intorno allo stadio Comunale per la partita di domenica. Quando sul campo scenderanno le squadre del Frosinone e dell’Hellas Verona per il match che già in tanti chiamano sfida perla salvezza, i tifosi di entrambe le compagini, tutti, indistintamente, saranno già stati passati al setaccio. La prossima partita, infatti, rappresenta la messa in pratica a Frosinone dei sistemi antiterrorismo. La novità sembra essere una ulteriore cinturazione del Matusa con transenne che saranno superate solo dai possessore dei biglietti. Altri varchi, quindi, a cui i tifosi dovranno accedere per un primo controllo e il Daspo è in agguato per chi tentasse di aggirare le verifiche.

Agenti con metal detector saranno impegnati nella ricerca di oggetti metallici pericolosi nascosti in pantaloni, scarpe, giubbini, sciarpe o cappelli. C’è da scommettere che gli uomini con quelle “palette”caratterizzeranno i controlli delle partite future. Il maggior controllo per il terrorismo, quindi, è propedeutico per rendere sicuro anche l’aspetto legato al rischio del tifo violento. La tifoseria veneta non è nota per essere tra le più tranquille d’Italia ma lo spiegamento di forze servirà per contenere le intemperanze dei circa cinquecento che si ipotizza possano arrivare a Frosinone.

Oltre ai nuovi provvedimenti, il Gruppo Operativo per la Sicurezza (Gos) di martedì, ha riproposto provvedimenti già noti come il divieto per le attività commerciali vicini allo stadio, a partire dalle 12, di vendere bevande alcoliche con gradazione superiore ai 5 gradi; una misura, probabilmente scelta per salvare gli immancabili e caratteristici Caffè Borghetti. Le bevande, inoltre, potranno essere vendute solamente in bicchieri di plastica. Le attività commerciali che vendono panini vicino allo stadio non potranno avere sul piazzale sedie, tavoli o panche. Anche i provvedimenti per il traffico non dovrebbero essere particolarmente invasivi anche se i dettagli si stabiliranno nella giornata di oggi. Chiuse certamente via Marittima, via Piave e anche viale Aldo Moro, almeno fino alla rotatoria dello stadio. Ai tifosi è consigliato di arrivare almeno un paio di ore prima allo stadio.