Altri tre mesi. È quanto dovranno attendere i dieci cittadini di Ceprano che hanno ottenuto un risarcimento danni per gli espropri conseguenti allo spostamento del casello autostradale. Forti di due pronunce del Tar di Latina, i dieci, assistiti dall’avvocato Enrico Martini, dopo un lungo tira e mola con il Comune (che si trascina dal 1999), che ha respinto anche una proposta transattiva, attendono che il commissario ad acta nominato dal tribunale amministrativo, dopo l’inerzia dell’amministrazione comunale, completi il suo lavoro. Sulla base della perizia effettuata dal tecnico del Comune, i cittadini dovrebbero avere una somma sui due milioni di euro.

(Ampio servizio sull'edizione del 26 novembre)