Tra l’altro un sindaco che sul fronte sanitario è stato in prima fila nella dura battaglia in merito alle scelte aziendali, sempre in difesa non solo dell’ospedale San Benedetto ma dell’intera sanità provinciale. Inutile ricordare i suoi scontri con la Mastrobuono, l’ex ormai manager Asl. «Si confermo di questo incontro per conoscerci - ci ha dichiarato il sindaco Giuseppe Morini - e debbo dire che il giudizio che ho ricavato da questo confronto è stato molto positivo. Ho trovato dinanzi a me una persona disponibile, preparata e soprattutto aperta al dialogo e confronto. Elementi essenziali per quelle che saranno poi le scelte future che verranno fatte. Il Commissario Macchitella con la massima tranquillità ha manifestato l’intenzione di puntare ad una seria razionalizzazione dei servizi, ma aspetto importante che farà in modo che quelli che sono ad oggi gli attuali ospedali, avranno da parte sua la sua massima attenzione». Insomma nessun depauperamento dei servizi e reparti negli ospedali ciociari (anche perchè cosa ancora dovrebbe tagliare?)partendo da Alatri, ma il consolidamento di quelli esistenti, questo si può intuire da quanto espresso nell’incontro informale tra Macchitella e Morini. Chiaro che poi parleranno i fatti. «Aspettiamo fiduciosi quello che verrà deciso - ha concluso Morini - di certo oggi c’è un clima diverso rispetto al passato e questo è già importante. Poi sulle scelte ci confronteremo, ma almeno lo faremo con una persona preparata, competente e che ha voglia di ascoltare». Attendono anche i comitati civici in difesa dei vari nosocomi, sparsi sull’intero territorio provinciale, e chissà che Macchitella, decida di incontrare anche loro.