Sequestrato il cantiere della diga sul fiume Liri a Sora. I sigilli sono stati affissi poche ore fa dagli agenti del Corpo Forestale dello Stato su richiesta della Procura della Repubblica di Cassino. I lavori del progetto Liris erano ripresi pochi giorni fa, dopo un lungo periodo in cui erano stati interrotti. Una vicenda che ha registrato non poche polemiche e scontri tra l'Amministrazione Tersigni, che aveva chiesto e ottenuto un finanziamento dalla Regione, e l'opposizione che aveva sollevato questioni tecniche e politiche. Oggi, dunque, un nuovo capitolo della vicenda che apre nuovi scenari e che è destinato a suscitare ulteriori e più dure prese di posizione.