È legittima la procedura di staccare i contatori degli utenti morosi di Acea Ato5. Lo ha stabilito il Tar di Latina con cinque diverse sentenze accogliendo i ricorsi del gestore contro le ordinanze dei Comuni di Cassino, Alatri e di Torrice (tre casi) di ripristino immediato del servizio. Incassata la pronuncia favorevole, l’Acea annuncia che «nei prossimi giorni riprenderà nei Comuni di Cassino, Torrice e Alatri la campagna di distacco della fornitura idropotabile, sempre e soltanto, ovviamente, nei confronti delle utenze che risultano morose».