Vederlo sorridere è cosa rara. Eppure lo fa. A “Virus. Il contagio delle idee”. Maurizio Stirpe, ospite di Nicola Porro, per una volta mette da parte il suo aplomb. Quello è il sorriso di chi ride solamente quando c’è da ridere. L’uomo di ghiaccio si scioglie per una ricostruzione, un po’ scherzosa, della sua vita. Di una scheda giornalistica che parla dei suoi miti. Da Sergio Marchionne a Gilles Villeneuve, alla gattina Lea, trovata per strada e diventata la principessa di casa. Perché la regina è donna Barbara. tanti i temi toccati, dalla crisi della Volkswagen fino al calcio. Un Maurizio Stirpe a tutto campo.

(Ampio servizio nell'edizione in edicola il 24/10/2015)