Il giornale di oggi

abbonati

sfoglia

Domenica 04 Dicembre 2016

Meteo Frosinone









Costantino Di Silvio
0

"Don't Touch", zingari infuriati
dopo la goleada del Frosinone al Latina

Frosinone

Quando il poker rifilato dagli avversari-nemici ciociari mandò su tutte le furie gli zingari. Si parla, e tanto, di pallone nell’inchiesta che ha smantellato il gruppo criminale di Latina guidato da Costantino Di Silvio “Cha Cha”. Quest’ultimo e gli altri componenti della banda esercitavano il proprio potere anche attraverso il calcio. Un controllo testimoniato da diversi episodi finiti agli atti delle indagini.

Tra questi, ad esempio, spicca la sonora sconfitta subita dal Latina Calcio il 2 novembre dello scorso anno ad opera del Frosinone nel corso del campionato di B. I giallazzurri, ospiti dello stadio “Francioni”, rifilarono ai pontini un 4 a 1 che fece imbufalire non poco “Cha Cha”e colleghi. La goleada inflitta dagli avversari ciociari, scrivono gli investigatori, spinse «un gruppo di ambasciatori della tifoseria del Latina a manifestare il proprio disappunto direttamente al presidente Pasquale Maietta».

Qualche giorno dopo il derby, in una conversazione intercettata dalle microspie piazzate nella sede degli ultras di Latina, uno degli interlocutori giunge ad affermare quanto segue: «Lui gli ha detto a Pasquale che deve dire ai giocatori che non devono stare tranquilli perché si sentono protetti dagli zingari, perché se sbagliano pagano…!». «E Pasquale che gli ha detto?», risponde un altro. «Pasquale è andato subito a riferirlo ad uno zingaro…».

Intanto, per restare alle appendici ciociare dell’operazione “Don’t Touch”, oggi Davide Giordani, l’imprenditore di Ferentino accusato di aver collaborato con la banda pontina nel traffico di droga, assistito dall’avvocato Giampiero Vellucci, comparirà davanti al Gip per l’interrogatorio di garanzia. Domani, invece, sarà la volta di Fabio Di Lorenzo, il carabiniere di Sant’Andrea del Garigliano (piccolo paese del Cassinate) in servizio presso la Compagnia di Alatri, accusato di aver passato ad alcuni esponenti della gruppo criminale notizie fondamentali sulle indagini.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400