Non si placa la rivolta bipartisan in Ciociaria contro l'ipotesi di riordino delle Regioni che prevede che la provincia di Frosinone possa andare a far parte della circoscrizione Tirrenica. In Campania insomma. Netta contrarietà da parte dei sindaci Giuseppe Morini (Alatri) e Fausto Bassetta (Anagni). Sulle barricate anche il presidente dell'Amministrazione Provinciale Antonio Pompeo, che definisce l'ipotesi assurda. Intanto il consigliere regionale Mario Abruzzese chiede una seduta straordinaria del consiglio regionale del Lazio. Un'iniziativa che è stata condivisa e sostenuta da altri quattordici consiglieri dell'ente della Pisana. A dimostrazione di come il tema sia sentito. Nel testo del documento si legge che sulla base della proposta di Morassut e Ranucci «la Regione Lazio cesserebbe di esistere ed il suo territorio, fatta salva l'area di Roma Capitale, verrebbe accorpato a 3 diverse macroregioni». Dice Mario Abbruzzese: «La mia proposta ha riscosso ampia convergenza anche in maniera bipartisan e questo la dice lunga sulla portata di una discussione dovuta, visto e considerato che la proposta di centrosinistra, targata Morassut-Ranucci, vuol far scomparire una delle più importanti entità territoriali della nostra nazione, ovvero il Lazio».