Confermati gli arresti del 26enne di Monte San Giovanni Campano accusato di coltivazione e detenzione illecita di sostanze stupefacenti. Ieri la direttissima e la conferma della misura da parte del magistrato. Il giovane era stato fermato a Ceprano in compagnia di un compaesano di 28 anni, denunciato invece per tentata spendita di monete falsificate.

I carabinieri di Ceprano, al comando luogotenente Bruno Falena, avevano rintracciato i due dopo la segnalazione del titolare del distributore di carburante dove uno dei due aveva tentato di spendere denaro falso. A seguito di una perquisizione a casa del 26enne era scattata la misura cautelare. È andata a buon fine l'operazione dei militari e soprattutto è stata risolutiva la collaborazione dei cittadini che attraverso segnalazioni forniscono appunto alle forze dell'ordine utili indizi per procedere con controlli ed arresti.