Tre agenti del carcere di Frosinone sono stati aggrediti con una lametta da un detenuto marocchino. Lo rende noto, in un comunicato, il segretario generale aggiunto Cisl Fns, Massimo Costantino, che aggiunge: «Purtroppo uno degli agenti è stato ferito alla mano - e i tre agenti sono attualmente presso l'ospedale di Frosinone per le cure del caso». Per due di loro la prognosi è di dieci giorni, per un altro invece di una settimana. Per la Fns Cisl Lazio «occorre prendere provvedimenti tali da far sì che detenuti sottoposti a vigilanza dinamica non possano più beneficiare di tale detenzione di vigilanza di anima, cioè con apertura della cella, poiché come dimostrato, risulta un fallimento, per detenuti problematici, tale beneficio olidarietà al personale coinvolto. La Fns Cisl, altresì, chiede più personale tale da garantire più sicurezza all'interno dell'istituto stesso e del personale tutto«