Il giornale di oggi

abbonati

sfoglia

Sabato 10 Dicembre 2016

Meteo Frosinone









Fca, la Befana porta le assunzioni: a gennaio arrivano i primi 50 neo lavoratori
0

Fca, la Befana porta le assunzioni: a gennaio arrivano i primi 50 neo lavoratori

Piedimonte S. Germano

Detto, fatto: solo una settimana fa la visita di Marchionne e Renzi e l’annuncio di Altavilla di 1.800 assunzioni entro il 2018. A distanza di sette giorni, da ambienti vicini allo stabilimento Fca di Cassino trapela che subito dopo la pausa delle vacanze natalizie, cioè agli inizi del 2017, la Befana porterà le prime assunzioni. Si parte con 50 figure, perlopiù capisquadra e team leader e poi il grosso avverrà dopo il primo trimestre dell’anno. A febbraio, infatti, anche Stelvio arriverà sul mercato e dovrebbero terminare anche i contratti di solidarietà.

L’intesa

Intanto per gli attuali 4.300 arrivano buone notizie per il premio aziendale che, secondo l’accordo sottoscritto ieri tra le parti, sarà erogato in welfare. Nella sostanza dei fatti i lavoratori di Fca potranno scegliere nel 2017 di utilizzare una cifra fra i 700 e gli 800 euro del premio aziendale (che ammonta in media a 2.500 euro) in beni e servizi di welfare: buoni spesa o carburante, spese per istruzione (mensa scolastica, testi scolastici, centri estivi), servizi di cura (assistenza a familiari, anziani o non autosufficienti), di ricreazione (abbonamenti palestra, corsi formativi), fringe benefit (abbonamento trasporto pubblico e carte pre pagate) e previdenza integrativa.

L’accordo, che interessa circa 83.000 lavoratori in totale perché esteso anche a Cnh Industrial, è stato firmato all'Unione Industriale di Torino da Fim, Uilm, Fismic, Ugl e Associazione Quadri. Attraverso la detassazione e la decontribuzione messa a disposizione con le nuove normative di legge in materia - sottolineano i sindacati - è possibile incrementare il vantaggi economico del lavoratore. Ma una parte dei sindacati si dissocia e accende i riflettori su altre problematiche: martedì fuori la fabbrica ha fatto volantinaggio il segretario nazionale del Prc Paolo Ferrero che ha bocciato senza appello le politiche di Renzi e le parole da lui dette in Fca il giorno della sua visita a Cassino; ieri, poi è stato il giorno dello sciopero indetto dall’Usb: il sindacato, si legge nella nota diramata alle tute rosse, «denuncia il silenzio inaccettabile sull'ennesimo grave infortunio accaduto nei giorni scorsi nello stabilimento Fca di Cassino, dove durante il turno notturno un lavoratore è stato travolto da un carrello riportando conseguenze molto gravi».

Ma oggi tutti i riflettori dell’azienda sono puntati sul mercato: in serata il Ministero dei Trasporti renderà noti i dati di vendita. Dopo il leggero calo di ottobre, la speranza è che Giulia torni a salire nelle vendite sia in Italia che Oltreoceano dove è sbarcata da poche settimane.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400