Il giornale di oggi

abbonati

sfoglia

Sabato 03 Dicembre 2016

Meteo Frosinone









Servizio idrico, il 12 dicembre il voto sulla risoluzione con Acea

Un'assemblea dei sindaci

0

Servizio idrico, il 12 dicembre il voto sulla risoluzione con Acea

Frosinone e Provincia

La Consulta d’Ambito dell’Aato 5, nella riunione di ieri, ha deciso di convocare il gestore del servizio per l’inizio della prossima settimana. Un incontro finalizzato ad affrontare tutte le problematiche che il servizio idrico della provincia di Frosinone presenta al momento, senza tralasciare nemmeno l’aspetto legato al Piano tariffario.

La Consulta ha contestualmente deciso di fissare al 12 dicembre l’Assemblea dei Sindaci, con all’ordine del giorno, per la terza volta, la determinazione delle tariffe per il periodo 2016-2019, oltre alla proposta di risoluzione contrattuale presentata da alcuni sindaci. «In merito alla determinazione delle tariffe va ricordato infatti - si legge in una nota - che lo scorso 17 novembre l’Aeegsi ha diffidato l’Ambito territoriale ad adempiere ad un obbligo di legge, visto che in sede di Assemblea, sia a luglio che a settembre, era passata la decisione dei sindaci del centrodestra di non approvare la proposta di tariffa. Il risultato di questa decisione, al momento, è il rischio per i cittadini di un conguaglio di 77 milioni di euro, mentre la proposta della Segreteria Tecnico Operativa abbatteva tale conguaglio con clausole di salva- guardia per le fasce meno abbienti e interventi per il miglioramento del servizio».

Al momento sul tavolo dell’Aeegsi c’è solo la proposta tariffaria di Acea, che ha previsto un conguaglio di 77.535.745 euro, da recuperare attraverso le tariffe degli anni dal 2012 al 2027. Mentre nella proposta della Sto il conguaglio era di 34.781.854 euro, comprensivo delle penali addebitate al gestore (circa 11 milioni), da recuperare sulle tariffe dal 2012 al 2033. Per quanto riguarda la tariffa in senso stretto, i parametri sono quelli nazionali definiti dall’Aeegsi. Se approvata, la tariffa comporterebbe un aumento della stessa dell’8% annuo rispetto al 2015. Tredici i sindaci che hanno presentato la richiesta di risoluzione della convenzione con Acea.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400