Il giornale di oggi

abbonati

sfoglia

Sabato 03 Dicembre 2016

Meteo Frosinone









Furto di ostie consacrate: ritrovati i calici. Individuato l'autore del colpo

I tre calici recuperati dai carabinieri

0

Furto di ostie consacrate: ritrovati i calici. Individuato l'autore del colpo

Strangolagalli

Furto di ostie consacrate, il cerchio si è finalmente chiuso con il rinvenimento dei tre calici trafugati nella chiesa di San Michele
Arcangelo, a Strangolagalli. Dopo quasi sei mesi dall’episodio, i militari della locale stazione hanno messo fine alla triste vicenda che ha sconvolto la comunità parrocchiale. 

Il furto risale allo scorso maggio. Approfittando della mancanza di controlli, qualcuno si era avvicinato al tabernacolo trafugando tre pissidi. Durante la messa vespertina, arrivato il momento di distribuire le ostie, don Gianni, parroco di San Michele Arcangelo, si era accorto del misfatto. Grande lo sconcerto tra i fedeli. Conclusa la celebrazione, il sacerdote aveva quindi provveduto ad avvisare i carabinieri. Il maresciallo Giacomo Iannario e i suoi uomini avevano subito avviato le indagini. Diverse persone già censite erano state interrogate e tra loro l’autore del gesto: un 17enne del posto che proprio qualche giorno prima si era reso responsabile del furto dell’auto del Comune (poi rintracciata e restituita). Incalzato dai militari, il giovane era arrivato a confessare il furto dei calici dei quali si era presto sbarazzato nel fiume Liri, a suo dire, resosi evidentemente conto che non gli avrebbero fruttato un euro. Era stato intanto assicurato alla giustizia e ancora oggi sconta la sua pena nel centro di prima accoglienza a Roma. A sei mesi dal reato, i carabinieri, a conclusione di ulteriori accertamenti, sono riusciti a ritrovare i calici rubati in un terreno privato in località Pozzo e a restituirli al parroco. Impossibile, ormai, trovare le ostie.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400