Il giornale di oggi

abbonati

sfoglia

Sabato 03 Dicembre 2016

Meteo Frosinone









Don Pawel saluta tutti. Ma i fedeli restano divisi

La festa d’addio organizzata per don Pawel dai suoi parrocchiani

0

Don Pawel saluta tutti. Ma i fedeli restano divisi

Vallecorsa

Don Pawel ha lasciato l’ovile. In molti, tra i fedeli di Sant’Angelo e San Martino, l’hanno accompagnato, domenica, nel suo “ultimo viaggio”, in terra “forestiera”. A Boville, nuova destinazione del parroco,sono accorsi numerosi, persino i vecchi fedeli di Villa Santo Stefano e di Frosinone, dove Don Pawel si trovava prima di venire a Vallecorsa.

Se pensate che il caso sia archiviato, vi sbagliate di grosso. I donpaweliani non mollano di un centimetro. La decisione del vescovo non gli è proprio andata giù, tant’è che hanno scritto una lettera, addirittura a papa Francesco, lamentando la brusca interruzione del percorso del sacerdote, a Vallecorsa da soli sei anni. D’accordo con questa visione anche i fedeli di Villa e della parrocchia del Sacro Cuore di Frosinone. Anche loro, a distanza di anni, lamentano la brusca interruzione del percorso di Don Pawel nelle proprie parrocchie. «Dopo che si è iniziato un cammino di fede con un parroco, non si può prendere e strapparlo ad una comunità» dicono tutti insieme gli ex fedeli di Don Pawel.

Ma se dal un lato abbiamo i donpaweliani disposti a spostare mari e monti per “avere giustizia”, dall’altra c’è chi proprio non è dispiaciuto della dipartita del parroco. «Ha creato più divisioni di quante ne ha trovate. Non è stato capace di mediare. Ha tentato di cambiare tutto, accentrando il potere nelle sue mani». Altri fedeli, addirittura lamentano il mancato saluto del prelato quando lo si incontrava per le strade. Il suo essere schivo e, a tratti, freddo. E ancora: «Certe tradizioni vanno valorizzate, non tolte, o addirittura stravolte, come stava facendo». A Vallecorsa è ancora bufera.

Intanto il sacerdote ha riparato a Boville, al sicuro, lontano dalla lotta tra fazioni, mentre nella valle è ancora “guerra”. Il caso vuole che il nuovo parroco, padre Angelo Trasolini, la tiri per le lunghe. «Verrà verso i primi di novembre» mormorano i fedeli. Nel frattempo vi sarà un altro sacerdote a fare le sue veci, in attesa che prenda coraggio e si decida a piantare le tende a Vallecorsa.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400