Il giornale di oggi

abbonati

sfoglia

Sabato 03 Dicembre 2016

Meteo Frosinone









Carnevale pontecorvese, si scaldano i motori per la 65sima edizione
0

Carnevale pontecorvese, si scaldano i motori per la 65sima edizione

Pontecorvo

Una edizione che rappresenterà la fusione trapassato e futuro. A Pontecorvo si scaldano i motori per il carnevale pontecorvese che, quest’anno, taglia il traguardo dei 65 anni. Sabato scorso si è tenuto il primo incontro tra amministrazione e carristi. Una riunione che ha gettato le basi per la nuova edizione che si propone di essere una sintesi tra l’edizione dello scorso anno che ha riscosso un notevole successo e le tradizioni del passato.

«Dopo l’edizione 2.0, come è stata definita quella del 2016, ci prepariamo alla ricorrenza del sessantacinquesimo anno con un’edizione 2.0.1. Una sintesi tra passato e futuro facendo un passo indietro, con il ritorno alle tradizionali sfilate cittadine, ma con lo sguardo fisso al futuro con un ricco programma di eventi di contorno che arricchiranno e contorneranno le due domeniche di festa, il 19 e il 26 febbraio – ha affermato il vicesindaco Moira Rotondo - Ci siamo assunti il rischio di un’edizione nuova e sicuramente coraggiosa l’anno scorso e altrettanto vogliamo sperimentare quest’anno. Siamo un’amministrazione giovane che vuole provare a testare ogni possibile soluzione prima di decidere quale sia la strada migliore. I risultati e le presenze del 2016 ci lasciano ben sperare siamo convinti delle enormi potenzialità del nostro carnevale e vorremmo provare a realizzare quanto rimasto inattuato lo scorso anno. Ci sono decine di iniziative e progetti per il coinvolgimento della cittadinanza e l’abbellimento del paese che vorremmo veder realizzati quest’anno. Abbiamo già incontrato i maestri carristi che hanno realizzato le grandiose opere dell’ultima edizione per sondare la loro disponibilità trovando un lusinghiero riscontro».

Un evento importante che vedrà la collaborazione fattiva di amministrazione, pro loco, associazioni del territorio e cittadini. Oltre a incrementare la sinergia con il carnevale di Viareggio che, anche quest’anno, vedrà la partecipazione del pontecorvese Pietro Pulcini. «Siamo sempre più convinti che il Carnevale pontecorvese non sia e non possa essere considerato semplicemente una festa di febbraio – conclude il vicesindaco Rotondo - per questa ragione continuiamo a lavorare per la costituzione di una fondazione o comunque di un ente autonomo che lavori tutto l’anno per questo evento, che rimane un obiettivo di questa amministrazione».

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400