Il giornale di oggi

abbonati

sfoglia

Sabato 03 Dicembre 2016

Meteo Frosinone









Punto da un calabrone, va in shock anafilattico: salvato da un passante
0

Punto da un calabrone, va in shock anafilattico: salvato da un passante

Veroli

Punto da un calabrone rischia la vita, uomo salvato in extremis. L’episodio è accaduto ieri mattina a Santa Francesca. Un quarantunenne stava sistemando la legna quando è stato punto al braccio da un calabrone ed è andato in shock anafilattico. Qualcuno lo ha notato e ha subito allertato il 118. Sta meglio ma resta sotto osservazione all’ospedale di Sora. Ha rischiato di morire. Quando sono intervenuti i sanitari del 118 il verolano era a terra già privo di sensi.

I fatti

È accaduto ieri mattina, verso mezzogiorno, a Santa Francesca. Stando a una prima ricostruzione dei fatti, l’uomo si trovava nella sua abitazione dove vive insieme alla madre. Stava sistemando la legna in giardino ed evidentemente non si era mai accorto che proprio lì i calabroni avevano fatto un nido. Forse infastidito dalla presenza umana, uno degli animali in volo gli è finito sul braccio piantandogli il suo lungo pungiglione. Purtroppo il quarantunenne, in quel tragico momento, si trovava da solo e senza alcuna possibilità di chiedere aiuto a nessuno. Così nel giro di pochi istanti, ha avuto una violenta reazione allergica. La zona colpita si è in breve gonfiata e l’uomo è collassato a terra, ormai in preda ad uno shock anafilattico. Ancora qualche istante e per lui sarebbe stata la fine.

Invece, fortunatamente, qualcuno di passaggio lo ha notato e si è subito avvicinato a quel corpo ormai inerme temendo il peggio. Subito si è attivata la macchina dei soccorsi. Non appena è giunto l’allarme alla sala operativa del 118, è partita un’ambulanza dalla sede del pronto soccorso di via Lucio Alfio raggiunta da un’auto medica proveniente da Isola del Liri. I sanitari sono intervenuti in meno di un quarto d’oro. All’istante gli sono state somministrate le prime cure per consentirgli di respirare autonomamente. Fortunatamente tutto è andato per il meglio. Ed è proprio grazie alla tempestività dei soccorsi che dopo un paio di ore, l’uomo è stato dichiarato fuori pericolo. È stato quindi trasportato all’ospedale di Sora dove resta ricoverato per gli accertamenti del caso.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400